Tuesday 18 January 2022 14:25:30

Giurisprudenza  Contratti, Servizi Pubblici e Concorrenza

Abuso d’ufficio al RUP che non vigila e segnala il subappalto tra vecchio e nuovo Codice degli Appalti

segnalazione del Prof. Avv. Enrico Michetti della sentenza della Corte dì Cassazione Sez. VI del 17 gennaio 2022

 

La Sesta Sezione della Corte dì Cassazione con la sentenza depositata in data 17 gennaio 2022 ha annullato la condanna per il reato dì abuso dì ufficio (art. 323 c.p.) ad un Responsabile Unico del Procedimento (dì seguito RUP) per violazione dell'obbligo di vigilanza e controllo previsto dal precedente Codice degli appalti (dall'art. 10 d.leg.vo 12 aprile 2006 n. 163) e relativo regolamento (D.P.R. 5 ottobre 2010 n. 207) in quanto autorizzava un subappalto dei lavori nonostante il Direttore versasse in posizione dì conflitto dì interesse ed emetteva la certificazione di regolare esecuzione dei lavori.

La Suprema Corte nella sentenza attenzionata richiama l'orientamento secondo il quale in tema di abuso di ufficio, anche a seguito della riformulazione dell'art. 323 cod. pen. ad opera dell'art. 23, d.l. 16 luglio 2020, n. 76, convertito, con modificazioni, nella legge 11 settembre 2020, n. 120, la violazione di norme contenute in regolamenti può rilevare ai fini della integrazione del reato nel caso in cui esse, operando quali norme interposte, si risolvano nella specificazione tecnica di un precetto comportamentale già compiutamente definito nella norma primaria e purchè questa sia conforme ai canoni della tipicità e tassatività propri del precetto penale (Sez. 6 n. 33240 del 16/02/2021, Del Principe, Rv. 281843). Inoltre, richiama altresì l'orientamento espresso dal Consiglio di Stato secondo il quale l'autorizzazione alla stipula del subappalto (disciplinata dall'art. 18, comma 3, L.19 marzo 1990, n. 55) va qualificata come provvedimento amministrativo adottato, nella fase di esecuzione del contratto di appalto, non quale espressione di autonomia di un soggetto contraente, bensì quale espressione di un pubblico potere (Sez. 2 parere n. 142 del 12/02/1992).

Purtuttavia, la Corte precisa dì non condividere l'assunto posto a base della affermazione di responsabilità secondo il quale l'art. 10 d.leg.vo 163/2006 e le correlate norme del D.P.R. n. 207/2010 - che riguardano i rapporti tra l'affidatario delle opere ed il subappaltatore - individuano un obbligo di controllo da parte del responsabile della stazione appaltante in ordine ad eventuali conflitti di interesse tra il direttore dei lavori e la ditta subappaltatrice.

Ritiene la Corte che l'art. 10, comma 2, d.leg.vo n. 163/2006 - secondo il quale "Il responsabile del procedimento svolge tutti i compiti relativi alle procedure di affidamento previste dal presente codice, ivi compresi gli affidamenti in economia, e alla vigilanza sulla corretta esecuzione dei contratti, che non siano specificamente attribuiti ad altri organi o soggetti" non prevede alcun obbligo di verifica da parte del responsabile del procedimento dell'assetto societario della ditta subappaltatrice non essendo - peraltro - previsti correlati oneri di comunicazione a riguardo da parte della ditta appaltatrice alla stazione appaltante; né, d'altra parte, tale specifico obbligo di controllo si desume dalle condizioni previste per il rilascio dell'autorizzazione al subappalto.

Né, ancora, un tale specifico obbligo di verifica può essere desunto dall'art. 10, comma 1 lett. r) del d.P.R. 5 ottobre 2010 n. 207 secondo il quale "il responsabile del procedimento svolge la funzione di vigilanza sulla realizzazione dei lavori nella concessione di lavori pubblici, verificando il rispetto delle prescrizioni contrattuali", prescrizioni contrattuali che - all'evidenza - non coinvolgono l'assetto societario della ditta subappaltante.

Non può valere l'assunto esplicitato dal P.G. nella sua requisitoria secondo il quale - anche secondo le norme previgenti al d.leg.vo n. 50/2016 che ha introdotto la specifica previsione dell'art.42 sul conflitto di interessi - potenziali situazioni di conflitto di interessi risulterebbero rilevabili nell'ambito dei controlli demandati al RUP sul subappalto, mancando nella specie la condizione dell'esperimento di procedure di gara nella individuazione della ditta subappaltatrice.

Ad avviso della Suprema Corte, dunque, l'insussistenza dell'elemento costitutivo della violazione di legge - nei termini sopra indicati - da parte del ricorrente sia nell'autorizzare il subappalto che nel non aver impedito il subappalto sub ed emettendo la relativa certificazione di regolare esecuzione dei lavori.

Per approfondire scarica la sentenza integrale.

 

Testo del Provvedimento (Contenuto Riservato)

 

Se hai già aderito:

Entra

altrimenti per accedere ai servizi:    

Sostieni la Fondazione

 

Ultime Notizie

Uso del Territorio: Urbanistica, Ambiente e Paesaggio - Wednesday 27 April 2022 13:50:20

Edilizia scolastica e speciali poteri attribuiti ai Sindaci

Edilizia – Edilizia scolastica – Art. 7 t...

segnalazione della sentenza del Consiglio di Stato Sez. IV 6.4.2022 n. 2556 – Pres. (ff.) Lopilato Est. Verrico

Contratti, Servizi Pubblici e Concorrenza - Wednesday 27 April 2022 13:45:23

Contratti pubblici: l’Adunanza plenaria individua i soggetti ai quali può essere escussa la garanzia provvisoria

Contratti della Pubbl...

segnalazione della sentenza del Consiglio di Stato Adunanza Plenaria del 26.4. 2022 n. 7 – Pres. Frattini Est. Lopilato

Pubblico Impiego e Responsabilità Amministrativa - Friday 15 April 2022 14:16:34

Militari: il regime economico delle aspettative fruite per infermità dipendenti o non dipendenti da causa di servizio e il termine per la restituzione delle somme in conseguenza del mancato riconoscimento della causa di servizio

Con ricorso al T.A.R. un brigadiere capo della Guardia di finanza a riposo, ha impugnato il provvedimento con il quale gli è stata ordinata...

segnalazione del Prof. Avv Enrico Michetti della sentenza del Consiglio di Stato Sez. II del 15.4.2022, n. 2880

Pubblico Impiego e Responsabilità Amministrativa - Friday 15 April 2022 13:51:03

Guardia dì Finanza: l’eccezionale gravità dei fatti che non consente il rientro del militare in servizio allo scadere dei cinque anni dì sospensione cautelare

 

Il Consiglio di Stato Sezione Seconda con sentenza depositata in data 15 aprile 2022 ha rigettato l’appello proposto da un vic...

segnalazione del Prof. Avv Enrico Michetti della sentenza del Consiglio di Stato Sez. II del 15.4.2022, n. 2881

Uso del Territorio: Urbanistica, Ambiente e Paesaggio - Tuesday 12 April 2022 14:52:33

Beni demaniali: la presunzione legale circa l’appartenenza al demanio degli spazi adiacenti le strade comunali ed aperti sul suolo pubblico

 

La controversia giunta all’esame del Consiglio dì Stato concerne un contratto sottoscritto tra un Comune e l’allo...

segnalazione del Prof. Avv Enrico Michetti della sentenza del Consiglio di Stato Sez. VII del 11.4.2022, n. 2716

Procedimento Amministrativo e Riforme Istituzionali - Tuesday 12 April 2022 12:41:29

Accesso agli atti relativi alla documentazione propedeutica ad un servizio giornalistico

Accesso ai documenti – Accesso difensivo – Servizio giornalistico – Documentazione propedeutica – Omessa motivazione sul ne...

segnalazione della sentenza del Consiglio dì Stato Sez. VI del 11.4. 2022 n. 2655 - Pres. Volpe Est. Tarantino

Sanità e Sicurezza Sociale - Monday 04 April 2022 16:59:02

Sanità pubblica – Pandemia da Covid-19 – Obbligo vaccinale – Personale sanitario – Inosservanza dell’obbligo – Controversie – Giurisdizione del giudice ordinario – Altri orientamenti

Le controversie aventi ad oggetto gli atti adottati dalle Aziende sanitarie locali e dagli Ordini professionali, concernenti l’inosservanza,...

segnalazione della sentenza (TRGA di Trento) del 21 marzo 2022 n. 64 - Pres. Rocco - Est. Polidori

Procedimento Amministrativo e Riforme Istituzionali - Monday 04 April 2022 16:57:11

Atti amministrativi – Diritto di accesso – Documenti inesistenti, introvabili e non formati – Domanda di esibizione – Rigettata – Domanda di accertamento del diritto all’accesso – Accoglimento

In materia di accesso, l'ordine di esibizione, impartito dal giudice all’Amministrazione non può che riguardare, per evidenti motivi d...

segnalazione della sentenza (TRGA di Trento) del 1 febbraio 2022 n. 17 - Pres. Rocco - Est. Tassinari

Procedimento Amministrativo e Riforme Istituzionali - Monday 04 April 2022 16:54:31

Atti amministrativi – Diritto d’accesso – Opposizione del controinteressato – Valutazione dei contrapposti interessi

In materia di accesso agli atti, l’Amministrazione è tenuta a valutare gli interessi del richiedente e del controinteressato, al fine...

segnalazione della sentenza (TRGA di Trento) del 1 febbraio 2022 n. 17 - Pres. Rocco - Est. Tassinari

Procedimento Amministrativo e Riforme Istituzionali - Monday 04 April 2022 16:52:52

Atti amministrativi – Diritto d’accesso – Esigenze di celerità e di efficienza della PA – Contemperamento – Partecipazione, imparzialità e trasparenza

Il diritto di accesso ha valenza autonoma e non meramente strumentale, rispetto alla difesa in giudizio della situazione sottostante: tale diritto,...

segnalazione della sentenza (TRGA di Trento) del 1 febbraio 2022 n. 17 - Pres. Rocco - Est. Tassinari

Copyright © 2016 Gazzetta Amministrativa | All Rights Reserved | Privacy - Note Legali
Via Giovanni Nicotera, 29 - 00195 - Roma.
Partita Iva: 14140491003 - Codice Fiscale: 97910230586
Top