Tuesday 23 November 2021 16:23:59

Giurisprudenza  Sanità e Sicurezza Sociale

Personale docente e non docente della scuola: non va sospeso l’obbligo di green pass

segnalazione della nota redatta dalla Giustizia amministrativa all’ordinanza del Consiglio di Stato Sez. III del 11.11.2021

Green pass – Personale docente e non docente della scuola – Obbligo - Non va sospeso. 

      Non deve essere sospeso l’obbligo vaccinale imposto ai docenti, sia perchè le mansioni dagli stessi svolte implicano una responsabilità specifica e rafforzata verso i propri studenti, che costituisce componente essenziale della funzione (se non addirittura missione) di ogni docente sia perché occorre comparare interessi potenzialmente antagonisti, con una gerarchia ricavabile anche in ambito comunitario e costituzionale fra il dovere di solidarietà sociale correlato alla tutela collettiva del diritto alla salute e le contrarie “convinzioni personali” dei singoli. 

Per approfondire vai all'ordinanza.

 

Testo del Provvedimento

Pubblicato il 11/11/2021

N. 06098/2021 REG.PROV.CAU.

N. 09153/2021 REG.RIC.           

REPUBBLICA ITALIANA

Il Consiglio di Stato

in sede giurisdizionale (Sezione Terza)

ha pronunciato la presente

 

ORDINANZA

 

sul ricorso numero di registro generale 9153 del 2021, proposto da Anief - Associazione Professionale e Sindacale, -OMISSIS-tutti rappresentati e difesi dagli avvocati Walter Miceli, Vincenzo De Michele, con domicilio digitale come da PEC da Registri di Giustizia e domicilio eletto presso lo studio Salvatore Russo in Roma, via Ottaviano, 9; 

 

contro

Ministero dell'Istruzione, in persona del legale rappresentante pro tempore, rappresentato e difeso dall'Avvocatura Generale dello Stato, domiciliataria ex lege in Roma, via dei Portoghesi, 12; 

per la riforma

dell'ordinanza cautelare del Tribunale Amministrativo Regionale per il Lazio (Sezione Terza) n. -OMISSIS-, resa tra le parti;

 

 

Visto l'art. 62 cod. proc. amm.;

Visti il ricorso in appello e i relativi allegati;

Visti tutti gli atti della causa;

Visto l'atto di costituzione in giudizio di Ministero dell'Istruzione;

Vista la impugnata ordinanza cautelare del Tribunale amministrativo regionale di reiezione della domanda cautelare presentata dalla parte ricorrente in primo grado;

Relatore nella camera di consiglio del giorno 11 novembre 2021 il Cons. Giovanni Tulumello e dato atto, quanto ai difensori e alla loro presenza, di quanto indicato a verbale;

 

 

Ritenuto che ad una cognizione sommaria, propria della fase cautelare, il ricorso in appello non appare assistito da apprezzabili elementi di fondatezza, per le ragioni indicate nel Decreto cautelare n. -OMISSIS-, che il Collegio condivide e alle quali si riporta;

Ritenuto, in particolare, rimanendo sul piano sommario dell’impostazione di metodo delle censure:

- che la pretesa degli appellanti poggia su premesse indimostrate in fatto, come l’affermazione secondo la quale il rifiuto di sottoporsi a vaccinazione sarebbe funzionale alla tutela del diritto alla salute individuale (trattandosi di misura in realtà volta a fronteggiare sia la salute collettiva, sia la salute individuale, secondo le evidenze scientifiche poste a fondamento dei provvedimenti gravati, non superate dalle contrarie asserzioni su cui poggia il gravame);

- che tale pretesa appare anche sfornita di apprezzabile supporto in diritto, dal momento che quand’anche fosse fondata la richiama premessa fattuale, in ogni caso una malintesa concezione unilaterale della tutela dei diritti trascura di considerare che la necessità di una comparazione e di un bilanciamento fra interessi potenzialmente antagonisti, e la gerarchia ricavabile anche in ambito comunitario e costituzionale fra il dovere di solidarietà sociale correlato alla tutela collettiva del diritto alla salute e le contrarie “convinzioni personali” dei singoli, si frapporrebbero al suo accoglimento;

- che comunque proprio il contenuto della misura contestata, che in luogo dell’obbligo vaccinale ha ricondotto tale adempimento alla categoria dell’onere, indebolisce strutturalmente l’argomento facente leva sulla prospettata violazione dei princìpi di proporzionalità, parità di trattamento, uguaglianza e non discriminazione;

- che alle superiori considerazioni si aggiunge, nello specifico, il duplice dato sottolineato dal richiamato provvedimento monocratico, per cui per un verso le mansioni svolte dagli appellanti implicano “una responsabilità specifica e rafforzata verso i propri studenti, che costituisce componente essenziale della funzione (se non addirittura missione) di ogni docente”; e, per altro verso, “la natura meramente economica del lamentato pregiudizio relativo alla sospensione retributiva” è comunque “tale da escludere la irreparabilità e irreversibilità” del pregiudizio,

Ritenuto conseguentemente che non sussistono i presupposti per l’accoglimento della domanda cautelare, e che le spese della fase cautelare, liquidate come in dispositivo, devono essere poste a carico degli appellanti, in solido fra loro, secondo la regola della soccombenza.

P.Q.M.

Il Consiglio di Stato in sede giurisdizionale (Sezione Terza) Respinge l'appello (Ricorso numero: 9153/2021).

Condanna gli appellanti, in solido fra loro, al pagamento in favore del Ministero dell’Istruzione delle spese della presente fase cautelare, liquidate in complessivi euro tremila/00, oltre accessori come per legge.

La presente ordinanza sarà eseguita dall'Amministrazione ed è depositata presso la segreteria della Sezione che provvederà a darne comunicazione alle parti.

Vista la richiesta degli interessati e ritenuto che sussistano i presupposti di cui all'articolo 52, comma 1, del decreto legislativo 30 giugno 2003, n. 196, a tutela dei diritti o della dignità della parte interessata, manda alla Segreteria di procedere all'oscuramento delle generalità nonché di qualsiasi altro dato idoneo ad identificare le persone degli appellanti.

Così deciso in Roma nella camera di consiglio del giorno 11 novembre 2021 con l'intervento dei magistrati:

 

 

Franco Frattini, Presidente

Stefania Santoleri, Consigliere

Giulia Ferrari, Consigliere

Raffaello Sestini, Consigliere

Giovanni Tulumello, Consigliere, Estensore

 

 

 

 

     
     
L'ESTENSORE   IL PRESIDENTE
Giovanni Tulumello   Franco Frattini
     
     
     

IL SEGRETARIO



In caso di diffusione omettere le generalità e gli altri dati identificativi dei soggetti interessati nei termini indicati.

 

Ultime Notizie

Pubblico Impiego e Responsabilità Amministrativa - Thursday 02 December 2021 16:31:00

SANITA’: Quesito su possibilità di disporre il comando finalizzato all’aggiornamento tecnico scientifico per il personale del comparto Sanità

ARAN Agenzia per la Rappresentanza Negoziale delle Pubbliche Amministrazioni

Pubblico Impiego e Responsabilità Amministrativa - Thursday 02 December 2021 16:29:54

COMPARTO FUNZIONI LOCALI 2016-2018: Quesito su riconoscimento dei compensi per lavoro straordinario a titolari di posizione organizzativa

ARAN Agenzia per la Rappresentanza Negoziale delle Pubbliche Amministrazioni

Sanità e Sicurezza Sociale - Sunday 28 November 2021 11:10:55

Esenzione dall’obbligo vaccinale: il procedimento previsto per il personale sanitario è diverso da quello per l’esenzione dei cittadini

segnalazione del Decreto (cautelare) del Presidente del TRGA di Trento del 23 novembre 2021 n. 62

Sanità e Sicurezza Sociale - Tuesday 23 November 2021 16:23:59

Personale docente e non docente della scuola: non va sospeso l’obbligo di green pass

Green pass – Personale docente e non docente della scuola – Obbligo - Non va sospeso. 

      Non deve esser...

segnalazione della nota redatta dalla Giustizia amministrativa all’ordinanza del Consiglio di Stato Sez. III del 11.11.2021, n. 6098

Patto di Stabliità, Bilancio e Fiscalità - Thursday 18 November 2021 10:19:40

Tassa di soggiorno: scatta sempre per l’albergatore il reato di peculato in caso di omesso versamento

 

La Prima Sezione Penale della Corte di Cassazione con sentenza pubblicata in data 17 novembre 202 (udienza 9.9.2021, Pres. Boni M.-...

segnalazione del Prof. Avv. Enrico Michetti della sentenza della Corte di Cassazione Sez. I sentenza del 17.11.2021, n. 41793

Uso del Territorio: Urbanistica, Ambiente e Paesaggio - Thursday 18 November 2021 09:05:21

Porticati, verande e pergotende: serve il titolo edilizio se vengono installati elementi di chiusura costituiti da lastre di vetro scorrevole anche se chiudibili a “pacchetto”

Interessante sentenza è stata pubblicata dal TAR Trentino-Alto Adige/Südtirol Trento con la quale si ripercorre l’evoluzione...

segnalazione del Prof. Avv. Enrico Michetti sentenza del TAR Trentino-Alto Adige/Südtirol Trento del 2.11.2021 n. 175

Sanità e Sicurezza Sociale - Wednesday 17 November 2021 17:34:03

Il Personale sanitario non vaccinato può svolgere la propria attività in tutti i luoghi diversi da quelli tassativamente indicati dalla legge ma non può contestare la sospensione dall’esercizio della professione disposta dall’Ordine se non impugna l’atto di accertamento dell’Azienda sanitaria

Atti amministrativi – Pandemia da Covid-19 – Personale sanitario – Obbligo vaccinale – Atto di accertamento –...

segnalazione del Decreto (cautelare) del Presidente del TRGA Trentino-Alto Adige/Südtirol Trento del 8.11.2021 n. 59

Contratti, Servizi Pubblici e Concorrenza - Wednesday 17 November 2021 15:59:31

Obblighi informativi verso l’Anac: adempimenti Legge 190/2012 art. 1, comma 32

L'Autorità nazionale Anticorruzione con comunicato del 17 novembre 2021mrende nota che rescano ...

segnalazione del comunicato Anac del 17.11.2021

Uso del Territorio: Urbanistica, Ambiente e Paesaggio - Tuesday 16 November 2021 15:54:50

La conservazione dell’ambiente e del paesaggio è materia di competenza esclusiva dello Stato

In linea generale costante giurisprudenza della Corte costituzionale afferma che la conservazione dell’ambiente e del paesaggio è mate...

segnalazione del Prof. avv. Enrico Michetti della sentenza del Consiglio di Stato Sez. IV del 16.11.2021, n. 7619

Uso del Territorio: Urbanistica, Ambiente e Paesaggio - Tuesday 16 November 2021 15:41:13

Urbanistica: i casi in cui è consentito prescindere dalla formazione del piano attuativo

Per costante giurisprudenza, i casi in cui è consentito prescindere dalla formazione del piano attuativo al quale, in linea di principio, lo...

segnalazione del Prof. avv. Enrico Michetti della sentenza del Consiglio di Stato Sez. IV del 16.11.2021, n. 7620

Copyright © 2016 Gazzetta Amministrativa | All Rights Reserved | Privacy - Note Legali
Via Giovanni Nicotera, 29 - 00195 - Roma.
Partita Iva: 14140491003 - Codice Fiscale: 97910230586
Top