Tuesday 23 February 2021 13:12:41

Giurisprudenza  Contratti, Servizi Pubblici e Concorrenza

Terapia elettrica: il Consiglio di Stato distingue la defibrillazione e la cardioversione

segnalazione del Prof. Avv. Enrico Michetti della sentenza del Consiglio di Stato Sez. III del 23.2.2021

Si legge nella sentenza depositata in data 23 febbraio 2021 che “il defibrillatore è un dispositivo medico che permette di ripristinare la normale attività cardiaca mediante scariche elettriche applicate al torace del paziente. Il defibrillatore può essere manuale, semiautomatico e automatico.

La differenza tra il defibrillatore manuale e quello semiautomatico (oggetto della fornitura) è che il defibrillatore manuale esterno è un dispositivo associato a uno strumento per l'elettrocardiogramma (elettrocardiografo), che può essere impiegato esclusivamente dal medico. Dal punto di vista funzionale, associare il defibrillatore manuale a uno strumento per l'elettrocardiogramma è fondamentale. Infatti, in base al tracciato elettrocardiografico, il medico decide quale scarica elettrica trasmettere al paziente.

Il defibrillatore semiautomatico (dae) è costruito con una tecnologia in grado di analizzare il ritmo cardiaco di un soggetto e di stabilire quale scarica elettrica da impartire. È un particolare tipo di defibrillatore utilizzabile anche da personale non medico, perfino da qualsiasi cittadino. All’operatore infatti non è affidata nessuna diagnosi: è la macchina stessa ad analizzare il ritmo cardiaco del paziente e a indicare se è necessario o meno effettuare una defibrillazione. L'analisi del ritmo cardiaco richiede dai 10 ai 20 secondi e avviene per mezzo delle stesse piastre metalliche che servono alla trasmissione della scarica elettrica. Non è possibile erogare uno shock se la macchina non ha stabilito che è necessario, perché il pulsante viene automaticamente bloccato. Quando invece ce n’è bisogno, all’operatore è richiesto solo di premere il pulsante di scarica accertandosi che nessuno stia toccando il paziente.

La terapia elettrica è distinta in due fondamentali modalità: la defibrillazione e la cardioversione.

La defibrillazione è una procedura di emergenza medica praticata comunemente in evenienze di Tachicardia Ventricolare (TV) e Fibrillazione Ventricolare (FV) e consiste nell’erogare uno shock elettrico non sincrono per ripristinare il ritmo ed il gettito cardiaco.

La Tachicardia Ventricolare (TV) è un'aritmia cardiaca caratterizzata da un aumento della frequenza cardiaca ventricolare (maggiore di 100 battiti al minuto).

La Tachicardia Ventricolare può degenerare nella Fibrillazione Ventricolare (FV), che è un’aritmia caratterizzata da contrazioni rapide, inefficaci ed irregolari dei ventricoli e comporta l’incapacità del cuore di generare una contrazione valida (arresto cardiaco). L’arresto cardiaco determina un crollo immediato della pressione arteriosa ed il collasso del paziente. Se non è interrotta prontamente mediante una defibrillazione del cuore, la Fibrillazione Ventricolare porta a morte pressocchè immediata del paziente.

La cardioversione elettrica è, invece, la procedura di erogazione di uno shock elettrico sincronizzato con l'onda R dell'elettrocardiogramma (ecg), ed in particolare erogato in corrispondenza del complesso QRS (intendendo per QRS le onde dell'elettrocardiogramma che iniziano con una deflessione positiva, verso l'alto, oppure negativa, verso il basso, che terminano indifferentemente con una deflessione positiva o negativa, e che sono costituite da uno, due o tre deflessioni facilmente riconoscibili), per convertire l'aritmia in ritmo sinusale regolare (normale).

È essenziale, in questa procedura, evitare di erogare la scarica elettrica non sincronizzata.

L'importanza della sincronizzazione con l'onda R dell'ecg è data dal fatto che se l'energia elettrica somministrata, invece di scaricarsi sull'onda R dell'ecg (tramite la sincronizzazione automatica del defibrillatori esterni semiautomatici), avvenisse sulla fase successiva dell'ecg, si correrebbe il rischio di peggiorare l'aritmia, con possibile innesco di aritmie ventricolari.

Da quanto brevemente chiarito si può evincere che la cardioversione si distingue dalla defibrillazione perché, mentre nella prima lo shock elettrico è sincronizzato sul complesso QRS per evitare di indurre fibrillazione ventricolare (e, dunque, per sistemare il ritmo sinusale), nella seconda lo shock non è sincronizzato su una specifica fase del ciclo cardiaco perchè erogato in presenza di aritmie senza attività. La defibrillazione è una procedura medica messa in pratica soprattutto nelle emergenze, in cui la vita del paziente è in grave pericolo; non è, pertanto, un intervento pianificato, come lo è invece la cardioversione. Anche dal punto di vista delle scariche elettriche c'è differenza: gli shock, infatti, sono molto più forti rispetto a quelli della cardioversione elettrica, in quanto l'energia trasmessa serve a far ripartire il cuore, non a sistemarne il ritmo.(…)”

Per continuare nella lettura vai alla sentenza.

 

Testo del Provvedimento (Contenuto Riservato)

 

Se hai già aderito:

Entra

altrimenti per accedere ai servizi:    

Sostieni la Fondazione

 

Ultime Notizie

Procedimento Amministrativo e Riforme Istituzionali - Tuesday 23 February 2021 14:26:40

Quando e come il giudice amministrativo può utilizzare le prove raccolte in un processo penale

 

“Secondo i principi generali che presiedono alla valutazione delle risultanze istruttorie, enunciati dall’art. 116 cp.c....

segnalazione del Prof. Avv. Enrico Michetti della sentenza del Consiglio di Stato Sez. IV del 23.2.2021, n. 1595

Contratti, Servizi Pubblici e Concorrenza - Tuesday 23 February 2021 13:12:41

Terapia elettrica: il Consiglio di Stato distingue la defibrillazione e la cardioversione

Si legge nella sentenza depositata in data 23 febbraio 2021 che “il defibrillatore è un dispositivo medico che permette di ripristinar...

segnalazione del Prof. Avv. Enrico Michetti della sentenza del Consiglio di Stato Sez. III del 23.2.2021, n. 1556

Procedimento Amministrativo e Riforme Istituzionali - Tuesday 23 February 2021 12:55:29

Nel giudizio di ottemperanza non possono essere proposte domande che non sono contenute nella sentenza da eseguire

Costituisce ius receptum quello, secondo il quale in sede di giudizio di ottemperanza non può essere riconosciuto un diritto nuovo...

segnalazione del Prof. Avv. Enrico Michetti della sentenza del Consiglio di Stato Sez. II del 23.2.2021, n. 1563

Contratti, Servizi Pubblici e Concorrenza - Tuesday 23 February 2021 12:44:52

Infiltrazione mafiosa: gli indizi del “più probabile che non”

La costante giurisprudenza del Consiglio di Stato - da ultimo ribadita dalla Terza Sezione nella sentenza depositata in data 23 febbraio 2021 - &eg...

segnalazione del Prof. Avv. Enrico Michetti della sentenza del Consiglio di Stato Sez. III del 23.2.2021, n. 1582

Procedimento Amministrativo e Riforme Istituzionali - Thursday 18 February 2021 15:55:22

Risarcimento del danno da responsabilità extracontrattuale: il calcolo degli interessi e della rivalutazione monetaria

Il Consiglio di Stato con la sentenza depositata in data 5 febbraio 2021 ha ritenuto che la censura dedotta dall’appellante con cui si duole...

segnalazione del Prof. Avv. Enrico Michetti della sentenza del Consiglio di Stato Sez. II del 5.2.2021, n. 1067

Patto di Stabliità, Bilancio e Fiscalità - Wednesday 17 February 2021 14:52:52

Processo tributario: l’ignoranza che consente l’impugnazione tardiva della sentenza

nel "processo tributario, l'ammissibilità dell'impugnazione tardiva, oltre il termine "lungo" dalla pubblicazione della sentenza, previsto d...

segnalazione del Prof. Avv. Enrico Michetti dell’ordinanza della Corte di Cassazione Civile Sez. VI del 16.2.2021, n. 4075

Pubblico Impiego e Responsabilità Amministrativa - Friday 05 February 2021 08:55:00

Professioni sanitarie: l’unico canale formativo é quello universitario

“l'unico canale formativo delle professioni sanitarie è quello universitario in quanto la relativa materia deve ritenersi riservata al...

segnalazione del Prof. Avv. Enrico Michetti della sentenza del Consiglio di Stato Sez. III del 5.2.2021, n. 1070

Procedimento Amministrativo e Riforme Istituzionali - Thursday 04 February 2021 10:56:24

Annullamento giurisdizionale di un concorso pubblico con riapprovazione della graduatoria: l’esecuzione della sentenza comporta solo la ricostruzione della carriera agli effetti giuridici ma non economici

"segnalazione del Prof. Avv. Enrico Michetti della sentenza del Consiglio di Stato Sez. IV del 4.2.2021, n. 1024

Uso del Territorio: Urbanistica, Ambiente e Paesaggio - Thursday 04 February 2021 10:47:13

Installazione dell’antenna di un impianto radiofonico: se è di notevole dimensione serve il permesso di costruire

La terza Sezione del Consiglio di Stato con la sentenza del 4 febbraio 2021 ha ritenuto di aderire all’orientamento giurisprudenziale a tenor...

segnalazione del Prof. Avv. Enrico Michetti della sentenza del Consiglio di Stato Sez. III del 4.2.2021, n. 1026

Pubblico Impiego e Responsabilità Amministrativa - Thursday 04 February 2021 10:39:17

Procedure di gara: il giudizio sull’anomalia dell’offerta

“il giudizio sull’anomalia dell’offerta postula un apprezzamento globale circa la sua affidabilità e consente compensazion...

segnalazione del Prof. Avv. Enrico Michetti della sentenza del Consiglio di Stato Sez. V del 3.2.2021, n. 1001

Top