Wednesday 11 April 2018 13:31:38

Giurisprudenza  Pubblico Impiego e Responsabilità Amministrativa

Licenziamento per abuso nella fruizione dei permessi ex lege n. 104/92

Segnalazione dell'Avv. Rodolfo Murra - Corte di Cassazione (Sezione Lavoro)

Una dipendente di una Asl ligure (nella specie, una infermiera) veniva licenziata dall’Ente per aver abusato del “diritto” di fruizione dei benefici di cui alla L. n. 104 del 1992. In particolare la dipendente se ne era andata in vacanza all’estero, godendo di giorni che dovevano servire, invece, secondo la domanda inoltrata all’Amministrazione, per l’assistenza della madre malata. Sia il Tribunale che la Corte d’Appello di Genova rigettavano la domanda avente ad oggetto la declaratoria di illegittimità del licenziamento disciplinare.

Da qui la proposizione del ricorso per cassazione, fondato vuoi sull’assoluzione ottenuta dalla lavoratrice in relazione all’imputazione sollevata in sede penale, vuoi sulla episodicità del fatto vuoi, infine, per omessa motivazione in ordine al contingente precario stato psichico (della dipendente stessa, non della di lei madre…).

La Suprema Corte (Sezione Lavoro) ha rigettato il ricorso, confermato le statuizioni di merito e condannato l’infermiera alla refusione delle spese processuali.

Il principio generale affermato dalla Suprema Corte è stato quello per il quale l’abuso del diritto nella fruizione dei permessi contemplati dalla L. n. 104 del 1992 non presuppone affatto la reiterazione della condotta, risultando, pertanto, idoneo a sorreggere il percorso logico-valutativo intrapreso dalla Corte territoriale e condotto tenendo ampiamente conto della documentazione invocata a sostegno della propria prospettazione dalla ricorrente e addivenendo, in puntuale contrappunto con le risultanze dei medesimi a sancirne l’irrilevanza sotto il profilo della loro incidenza limitativa della gravità della condotta, correttamente apprezzata in conformità ai criteri indicati in sede di giurisdizione di legittimità, senza che possa ravvisarsi alcun vizio logico e giuridico nella prevalenza accordata all’elemento soggettivo della condotta medesima e nella qualificazione al medesimo attribuita in termini di “perdurante ipotesi di dolo”, profili che sono rimessi al libero apprezzamento del giudice del merito.

 

Testo del Provvedimento (Contenuto Riservato)

 

Se hai già aderito:

Entra

altrimenti per accedere ai servizi puoi:

Abbonarti

oppure

Sostenere la fondazione

 

Ultime Notizie

Uso del Territorio: Urbanistica, Ambiente e Paesaggio - Monday 17 September 2018 08:36:37

Concessione edilizia ottenuta in base ad una falsa o erronea rappresentazione della realtà: il potere di autotutela del Comune

La Quarta Sezione del Consiglio di Stato ha confermato la correttezza della statuizione del TAR laddove ha ritenuto che “il provvedimento di...

segnalazione del Prof. Avv. Enrico Michetti della sentenza del Consiglio di Stato Sez. IV del 14.9.2018, n. 5408

Uso del Territorio: Urbanistica, Ambiente e Paesaggio - Monday 17 September 2018 08:31:38

SCIA: nessun limite alla libera presentazione anche in caso di voltura

L’art. 19 della legge n. 241/1990 è chiaro nello stabilire, al suo primo comma, che l’istituto della segnalazione certificata di...

segnalazione del Prof. Avv. Enrico Michetti della sentenza del Consiglio di Stato Sez. IV del 14.9.2018, n. 5412

Procedimento Amministrativo e Riforme Istituzionali - Monday 17 September 2018 08:18:51

La teoria del “contrarius actus” può essere (ma non lo è necessariamente) alla base dell’istituto dell’autotutela

La Quarta Sezione del Consiglio di Stato nella sentenza del 14 settembre 2018 ha affermato che “Né varrebbe obiettare – come pro...

segnalazione del Prof. Avv. Enrico Michetti della sentenza del Consiglio di Stato Sez. IV del 14.9.2018, n. 5406

Contratti, Servizi Pubblici e Concorrenza - Monday 17 September 2018 08:09:23

Procedure di gara: quando il giudice amministrativo non può sostituire il giudizio tecnico discrezionale della commissione di gara con un proprio giudizio di merito

Nella controversia giunta innanzi alla Quinta Sezione del Consiglio di Stato con il primo motivo (Violazione e falsa applicazione dei principi che...

segnalazione del Prof. Avv. Enrico Michetti della sentenza del Consiglio di Stato Sez. V del 14.9.2018, n. 5388

Procedimento Amministrativo e Riforme Istituzionali - Monday 17 September 2018 08:02:52

Il principio del “one shot temperato”: il rinnovo per una sola volta del provvedimento annullato

Secondo il costante indirizzo giurisprudenziale, in sede di ottemperanza al giudicato l’Amministrazione è tenuta non solo ad uniformar...

segnalazione del Prof. Avv. Enrico Michetti della sentenza del Consiglio di Stato Sez. V del 13.9.2018, n. 5371

Contratti, Servizi Pubblici e Concorrenza - Monday 17 September 2018 07:57:23

L’ammissione al concordato preventivo con continuità aziendale anche in bianco non impedisce l’affidamento di commesse pubbliche

Nel giudizio in esame il Consiglio di Stato ha esaminato l’eccezione dell’appellante in ordine alla mandataria del raggruppamento aggiu...

segnalazione del Prof. Avv. Enrico Michetti della sentenza del Consiglio di Stato Sez. V del 13.9.2018, n. 5371

Giustizia e Affari Interni - Monday 17 September 2018 07:48:38

Revoca del premesso di soggiorno per pericolosità sociale

La Terza Sezione del Consiglio di Stato con la sentenza depositata in data 14 settembre 2018 ha confermato l’orientamento già espresso...

segnalazione del Prof. Avv. Enrico Michetti della sentenza del Consiglio di Stato Sez. III del 14.9.2018, n. 5411

Pubblico Impiego e Responsabilità Amministrativa - Monday 17 September 2018 07:45:54

Corpo di polizia penitenziaria: il personale non può iscriversi all’albo degli avvocati

L’iscrizione all’albo degli avvocati costituisce frontale violazione dell’art. 35 d.lgs. n. 443 del 1992, a tenore del quale &ldq...

segnalazione del Prof. Avv. Enrico Michetti della sentenza del Consiglio di Stato Sez. IV del 14.9.2018, n. 5413

Giustizia e Affari Interni - Monday 17 September 2018 07:37:06

Permesso di soggiorno: la valutazione sul possesso del requisito di un reddito minimo per il sostentamento

“L'art. 5, comma 5, del d.lgs. 25 luglio 1998, n. 286 - nell'imporre alla Pubblica amministrazione di prendere in considerazione, in sede di...

segnalazione del Prof. Avv. Enrico Michetti della sentenza del Consiglio di Stato Sez. III del 14.9.2018, n. 5409

Pubblico Impiego e Responsabilità Amministrativa - Sunday 16 September 2018 05:14:12

Stipendi: quando il pagamento in contanti fa scattare le sanzioni

Si pubblicano le indicazioni dell’Ispettorato Nazionale del Lovoro fornite al personale ispettivo in materia di divieto di pagamento in...

segnalazione della nota dell’Ispettorato Nazionale del Lavoro n. 10.9.2018, n. 7369

Top