Sunday 25 February 2018 08:38:37

Giurisprudenza  Uso del Territorio: Urbanistica, Ambiente e Paesaggio

Opere edilizie abusive: la sanzione alternativa alla demolizione non è applicabile alle opere realizzate senza titolo per ampliare un manufatto preesistente

segnalazione del Prof. Avv. Enrico Michetti della sentenza del Consiglio di Stato Sez. VI del 20.2.2018

“In linea di diritto, va ricordato il principio, ancora di recente ribadito dall’Adunanza plenaria (cfr. dec n. 9 del 2017) a mente del quale i provvedimenti con cui viene ingiunta la demolizione di un immobile abusivo e giammai assistito da alcun titolo, per la sua natura vincolata e rigidamente ancorata al ricorrere dei relativi presupposti in fatto e in diritto, non richiede motivazione in ordine alle ragioni di pubblico interesse (diverse da quelle inerenti al ripristino della legittimità violata) che impongono la rimozione dell’abuso;

In tale ottica, l’atto che ordina l’eliminazione delle opere realizzate, oltre a sanzionare l’abuso contestato, può ritenersi sufficientemente motivato per effetto della stessa oggettiva rilevazione e descrizione dell’abuso accertato (accertamento della sua “consistenza fisica” univocamente correlata all’enucleazione materiale del precetto violato), presupposto giustificativo, necessario e sufficiente a fondare l'emanazione della misura sanzionatoria della demolizione, atteso che l’esercizio del potere repressivo degli abusi edilizi mediante applicazione della misura ripristinatoria costituisce atto dovuto, per il quale è in re ipsa l'interesse pubblico alla sua rimozione;(…)In materia va ribadito che il privato, sanzionato con l'ordine di demolizione per la costruzione di un'opera edilizia abusiva, non può invocare tout court l'applicazione a suo favore dell'art. 34 del t.u. n. 380 del 2001, potendo addurre che sia onere dell'amministrazione verificare i requisiti indicati dalla norma solo qualora abbia già fornito seria ed idonea dimostrazione del pregiudizio stesso sulla struttura e sull'utilizzazione del bene residuo; a tal fine non è certo sufficiente l'allegazione che la demolizione implicherebbe una notevole spesa e potrebbe incidere sulla funzionalità interna del locale preesistente, specie laddove, come nel caso de quo, nessun concreto elemento al riguardo sia stato fornito.

Oltre al mancato assolvimento dell’onere probatorio facente capo alla parte che invoca l’applicazione della norma che eccezionalmente consente una sanzione alternativa alla demolizione, secondo la giurisprudenza fatta propria anche dalla sezione (cfr. ad es. Consiglio di Stato sez. VI 01 giugno 2016 n. 2325), la stessa non è applicabile alle opere realizzate senza titolo per ampliare un manufatto preesistente.

A conferma dell’infondatezza della prospettazione di parte appellante, da ultimo, la stessa invoca un principio (quella della c.d. sanatoria giurisprudenziale) invero normativamente superato nonchè recessivo rispetto al chiaro disposto normativo vigente ed ai principi connessi al perseguimento dell’abusiva trasformazione del territorio; tali principi sono, d’altra parte, posti a fondamento del preminente e condiviso orientamento giurisprudenziale, a tenore del quale (cfr. ex multis Consiglio di Stato sez. VI 18 luglio 2016 n. 3194) il permesso in sanatoria ex art. 36, d.P.R. 6 giugno 2001 n. 380 è ottenibile solo su istanza di parte ed a condizione che l'intervento risulti conforme alla disciplina urbanistica ed edilizia vigente al momento sia della realizzazione del manufatto, sia della presentazione della domanda; viceversa, con la invocata “sanatoria giurisprudenziale” viene in rilievo un atto atipico con effetti provvedimentali che si colloca, in linea di massima, al di fuori di qualsiasi indicazione normativa “positiva”.”

per approfondire vai alla senenza.

 

 

Testo del Provvedimento (Contenuto Riservato)

 

Se hai già aderito:

Entra

altrimenti per accedere ai servizi puoi:

Abbonarti

oppure

Sostenere la fondazione

 

Ultime Notizie

Uso del Territorio: Urbanistica, Ambiente e Paesaggio - Monday 18 June 2018 09:24:09

I parcheggi obbligatori ad uso privato quali opere di urbanizzazione sono esenti dall'onere di pagamento del contributo di costruzione

“è consolidato in giurisprudenza il rilievo secondo cui le controversie in materia di contributi concessori – involvendo questio...

segnalazione del Prof. Avv. Enrico Michetti della sentenza del Consiglio di Stato Sez. IV del 15.6.2018, n. 3702

Procedimento Amministrativo e Riforme Istituzionali - Monday 18 June 2018 09:11:05

Ricorso collettivo: l’ammissibilità dipende dall’identità delle situazione sostanziali

La Sesta Sezione del Consiglio di Stato con la sentenza del 15 giugno 2018 ha ritenuto di dare continuità all’indirizzo giurisprudenzi...

segnalazione del Prof. Avv. Enrico Michetti della sentenza del Consiglio di Stato Sez. VI del 15.6.2018, n. 3705

Uso del Territorio: Urbanistica, Ambiente e Paesaggio - Monday 18 June 2018 08:54:15

Le conseguenze della scadenza dell’efficacia del piano di zona

La  Quarta Sezione del Consiglio di Stato nella sentenza del 14 giugno 2018 ha affermato di condividere “l’impostazione esegetica...

segnalazione del Prof. Avv. Enrico Michetti della sentenza del Consiglio di Stato Sez. IV del 14.6.2018, n. 3672

Contratti, Servizi Pubblici e Concorrenza - Friday 01 June 2018 09:35:16

Procedure di gara: le ipotesi delle clausole immediatamente escludenti

La Terza Sezione del Consiglio di Stato nella sentenza depositata in data 1 giugno 2018 ha richiamato i principi riaffermati recentemente dall&rsqu...

segnalazione del Prof. Avv. Enrico Michetti della sentenza del Consiglio di Stato Sez. III del 1.6.2018, n. 3299

Contratti, Servizi Pubblici e Concorrenza - Wednesday 30 May 2018 08:59:45

Avvalimento e soccorso istruttorio: la guida ragionata delle massime di precontenzioso

L’Autorità Nazionale Anticorruzione ha pubblicato una Rassegna ragionata delle massime di precontenzioso in tema di avvalimento e socc...

segnalazione della Guida Anac pubblicata in data 28.5.2018

Procedimento Amministrativo e Riforme Istituzionali - Monday 28 May 2018 14:50:17

Processo amministrativo: l’inutilizzabilità della dichiarazione sostitutiva di atto di notorietà

Nella controversia in esame la Quarta Sezione del Consiglio di Stato con la sentenza depositata in data 25 maggio 2018 ha affermato che al fine di...

segnalazione del Prof. Avv. Enrico Michetti della sentenza del Consiglio di Stato Sez. IV del 25.5.2018, n. 3143

Uso del Territorio: Urbanistica, Ambiente e Paesaggio - Monday 28 May 2018 14:38:34

Antenne radio: il dovere dell’ispettorato di intervenire in caso di interferenze

La Sesta Sezione del Consiglio di Stato nella sentenza depositata in data 25 maggio 2018 ha evidenziato che “- sotto il profilo dell’es...

segnalazione del Prof. Avv. Enrico Michetti della sentenza del Consiglio di Stato Sez. VI del 25.5.2018, n. 3149

Uso del Territorio: Urbanistica, Ambiente e Paesaggio - Monday 28 May 2018 14:30:43

L’adozione del provvedimento di acquisizione sanante e l'improcedibilità delle domande di restituzione e di risarcimento del danno

“Sulla scorta della consolidata giurisprudenza di questo Consiglio, tutte le aspettative di tutela del privato, risarcitorie e restitutorie,...

segnalazione del Prof. Avv. Enrico Michetti della sentenza del Consiglio di Stato Sez. IV del 25.5.2018, n. 3148

Uso del Territorio: Urbanistica, Ambiente e Paesaggio - Monday 28 May 2018 14:26:55

Abusi edilizi: l’ordine di demolizione ed il successivo provvedimento di acquisizione dell’area

La Quarta Sezione del Consiglio di adatto nella sentenza del 25 maggio 2018 ha ritenuto informato il motivo del ricorso con il quale si assume &ldq...

segnalazione del Prof. Avv. Enrico Michetti della sentenza del Consiglio di Stato Sez. IV del 25.5.2018, n. 3147

Uso del Territorio: Urbanistica, Ambiente e Paesaggio - Monday 28 May 2018 14:18:14

Permesso di costruire: la legittimazione a chiedere il rilascio del titolo abilitativo

In base all'art. 11, comma primo, del t.u. edilizia, il permesso di costruire è rilasciato al proprietario dell'immobile o a chi abbia titol...

segnalazione del Prof. Avv. Enrico Michetti della sentenza del Consiglio di Stato Sez. IV del 25.5.2018, n. 3143

Top