Wednesday 31 January 2018 07:43:03

Giurisprudenza  Uso del Territorio: Urbanistica, Ambiente e Paesaggio

L’apposizione di vincolo archeologico: il ritrovamento di resti di insediamenti di epoche passate in una determinata area rende probabile la presenza di altri resti nelle immediate vicinanze

segnalazione del Prof. Avv. Enrico Michetti della sentenza del Consiglio di Stato Sez. VI del 19.1.2018

Nella sentenza depositata in data 19 gennaio 2018 la Sesta Sezione del Consiglio di Stato afferma che “Com’è noto, la l. 1° giugno 1939 n. 1089 e, oggidì, il Dlg 22 gennaio 2004 n. 42 (Codice dei beni culturali e del paesaggio) disciplinano il procedimento amministrativo per dichiarare l’interesse culturale (nella specie, sotto il profilo archeologico) di beni specificamente indicati, oltre ai poteri di vigilanza e controllo del Ministero competente e le modalità di protezione diretta dei beni stessi. La Sezione, già sotto l’imperio della l. 1089/1939 ed ancora di recente (cfr. per tutti, Cons. St., VI, 1° marzo 2005 n. 805; id., 28 gennaio 2016 n. 334) ha rilevato che, ai fini della tutela vincolistica archeologica, l'effettiva esistenza delle cose da tutelare può esser dimostrata anche per presunzioni, essendo a tal scopo non rilevante ex se che i materiali da tutelare siano stati già portati alla luce o siano ancora interrati. A tal riguardo, infatti, basta che il complesso delle aree archeologiche risulti adeguatamente definito e che la misura adottata col vincolo appaia, rebus sic stantibus ed alla luce delle risultanze ottenute, plausibile sotto l’aspetto scientifico ed adeguata alla finalità di pubblico interesse cui il vincolo è preordinato.

La Sezione ha altresì precisato esser misura proporzionata e congruente con questi ultimi scopi la apposizione del vincolo archeologico, quale misura di tutela di un’area abitata nell'antichità nel suo complesso, quand’anche non fosse cinta da mura. Tanto perché le esigenze di salvaguardia hanno per oggetto non solo i reperti in sé o solo se addossati gli uni agli altri, ma tutta la complessiva superficie destinata in illo tempore all'insediamento umano (arg. ex Cons. St., VI, 29 gennaio 2013 n. 522; id., 9 aprile 2013 n. 1906; cfr. pure id., 15 dicembre 2014 n. 6152, sulla legittimità di sottoporre a vincolo archeologico un'intera zona, considerata come complesso archeologico, purché dalla motivazione del relativo atto e dall'attività istruttoria svolta emergano le concrete ragioni che giustificano la valutazione unitaria di tale area). Sfugge, con ogni evidenza, all’appellante, il principio (cfr., di recente, Cons. St., VI, 2 marzo 2015 n. 1000) per cui, quale nozione di comune esperienza, il ritrovamento di resti di insediamenti di epoche passate in una determinata area rende probabile la presenza di altri resti nelle immediate vicinanze. È invero ragionevole e plausibile, sotto il profilo tecnico e scientifico, la scelta della P.A. di vincolare non solo i terreni in cui i reperti archeologici son stati esattamente stati ritrovati, ma pure tutta la zona circostante e che coincida con la presunta area d’estensione dell’insediamento”.

Per continuare nella lettura vai alla sentenza.

 

Testo del Provvedimento (Contenuto Riservato)

 

Se hai già aderito:

Entra

altrimenti per accedere ai servizi puoi:

Abbonarti

oppure

Sostenere la fondazione

 

Ultime Notizie

Giustizia e Affari Interni - Sunday 25 February 2018 08:49:01

Cassazione: l’aggressione al Sindaco per ottenere un posto di lavoro

Aveva aggredito il Sindaco del proprio Comune — e per questo era stato arrestato e processato per direttissima con il rito abbreviato —...

segnalazione del Prof. Avv. Enrico Michetti della sentenza della Corte di Cassazione Sez. 5 del 22.22018, n. 8730

Uso del Territorio: Urbanistica, Ambiente e Paesaggio - Sunday 25 February 2018 08:38:37

Opere edilizie abusive: la sanzione alternativa alla demolizione non è applicabile alle opere realizzate senza titolo per ampliare un manufatto preesistente

“In linea di diritto, va ricordato il principio, ancora di recente ribadito dall’Adunanza plenaria (cfr. dec n. 9 del 2017) a mente del...

segnalazione del Prof. Avv. Enrico Michetti della sentenza del Consiglio di Stato Sez. VI del 20.2.2018, n. 1087

Contratti, Servizi Pubblici e Concorrenza - Friday 23 February 2018 16:41:23

La revoca degli atti di gara per sopravvenuta mancanza di copertura finanziaria

Sulla revoca degli atti di gara per sopravvenuta mancanza di copertura finanziaria, la Quinta Sezione del Consiglio di Stato nella sentenza del 23...

segnalazione del Prof. Avv. Enrico Michetti della sentenza del Consiglio di Stato Sez. V del 23.2.2018, n. 1147

Giustizia e Affari Interni - Friday 23 February 2018 16:37:18

L’interpretazione della domanda giudiziale ed i poteri del giudice

“In tema di interpretazione della domanda giudiziale, il giudice non è condizionato dalle formali parole utilizzate dalle parti, ma de...

segnalazione del Prof. Avv. Enrico Michetti della sentenza del Consiglio di Stato Sez. V del 23.2.2018, n. 1147

Procedimento Amministrativo e Riforme Istituzionali - Friday 23 February 2018 16:33:55

Accesso ai documenti: non si possono accogliere istanze non corredate dalla prova dell'esistenza degli atti di cui viene chiesto l'accesso

La Sesta Sezione del Consiglio di Stato nella sentenza del 23 febbraio 2018 ha fermato che “il diritto di accesso sia riconosciuto solo per a...

segnalazione del Prof. Avv. Enrico Michetti della sentenza del Consiglio di Stato Sez. V del 23.2.2018, n. 1148

Contratti, Servizi Pubblici e Concorrenza - Friday 23 February 2018 16:29:18

Informativa antimafia: l’amministrazione è esonera dall’obbligo di comunicazione di avvio del procedimento

“Consolidata è la giurisprudenza di questo Consiglio di Stato nell’affermare che l’Amministrazione è esonerata dall...

segnalazione del Prof. Avv. Enrico Michetti della sentenza del Consiglio di Stato Sez. III del 22.2.2018, n. 1108

Pubblico Impiego e Responsabilità Amministrativa - Friday 23 February 2018 16:25:42

Concorsi pubblici: l’amministrazione non deve ricercare autonomamente la documentazione menzionata dai candidati

La Quarta Sezione del Consiglio,di Stato nella senenza del q2 febbraio 2018 ha affermato che “in linea generale, è comunque onere di c...

segnalazione del Prof. Avv. Enrico Michetti della sentenza del Consiglio di Stato Sez. IV del 22.2.2018, n. 1117

Uso del Territorio: Urbanistica, Ambiente e Paesaggio - Friday 23 February 2018 16:21:01

Le scelte urbanistiche di piano ed il potere discrezionale dell’ente locale

La convenzione urbanistica, in quanto contratto ad oggetto pubblico, risente della natura pubblicistica del potere esercitato dall’amministra...

segnalazione del Prof. Avv. Enrico Michetti della sentenza del Consiglio di Stato Sez. IV del 22.2.2018, n. 1119

Uso del Territorio: Urbanistica, Ambiente e Paesaggio - Friday 23 February 2018 16:17:29

Rigetto della domanda di sanatoria: l’acquiescenza e l’ordinanza di demolizione

“il soggetto, che ha prestato acquiescenza al rigetto dell’istanza di sanatoria, decade dalla possibilità di rimettere in discus...

segnalazione del Prof. Avv. Enrico Michetti della sentenza del Consiglio di Stato Sez. VI del 22.2.2018, n. 1124

Procedimento Amministrativo e Riforme Istituzionali - Friday 23 February 2018 16:14:02

Ore di sostegno per l’alunno disabile: la giurisdizione esclusiva del giudice amministrativo

Sussiste la giurisdizione esclusiva del Giudice amministrativo sulle domande intese, come nella specie, ad ottenere l'accertamento della spettanza...

segnalazione del Prof. Avv. Enrico Michetti della sentenza del Consiglio di Stato Sez. VI del 22.2.2018, n. 1133

Top