Wednesday 31 January 2018 07:43:03

Giurisprudenza  Uso del Territorio: Urbanistica, Ambiente e Paesaggio

L’apposizione di vincolo archeologico: il ritrovamento di resti di insediamenti di epoche passate in una determinata area rende probabile la presenza di altri resti nelle immediate vicinanze

segnalazione del Prof. Avv. Enrico Michetti della sentenza del Consiglio di Stato Sez. VI del 19.1.2018

Nella sentenza depositata in data 19 gennaio 2018 la Sesta Sezione del Consiglio di Stato afferma che “Com’è noto, la l. 1° giugno 1939 n. 1089 e, oggidì, il Dlg 22 gennaio 2004 n. 42 (Codice dei beni culturali e del paesaggio) disciplinano il procedimento amministrativo per dichiarare l’interesse culturale (nella specie, sotto il profilo archeologico) di beni specificamente indicati, oltre ai poteri di vigilanza e controllo del Ministero competente e le modalità di protezione diretta dei beni stessi. La Sezione, già sotto l’imperio della l. 1089/1939 ed ancora di recente (cfr. per tutti, Cons. St., VI, 1° marzo 2005 n. 805; id., 28 gennaio 2016 n. 334) ha rilevato che, ai fini della tutela vincolistica archeologica, l'effettiva esistenza delle cose da tutelare può esser dimostrata anche per presunzioni, essendo a tal scopo non rilevante ex se che i materiali da tutelare siano stati già portati alla luce o siano ancora interrati. A tal riguardo, infatti, basta che il complesso delle aree archeologiche risulti adeguatamente definito e che la misura adottata col vincolo appaia, rebus sic stantibus ed alla luce delle risultanze ottenute, plausibile sotto l’aspetto scientifico ed adeguata alla finalità di pubblico interesse cui il vincolo è preordinato.

La Sezione ha altresì precisato esser misura proporzionata e congruente con questi ultimi scopi la apposizione del vincolo archeologico, quale misura di tutela di un’area abitata nell'antichità nel suo complesso, quand’anche non fosse cinta da mura. Tanto perché le esigenze di salvaguardia hanno per oggetto non solo i reperti in sé o solo se addossati gli uni agli altri, ma tutta la complessiva superficie destinata in illo tempore all'insediamento umano (arg. ex Cons. St., VI, 29 gennaio 2013 n. 522; id., 9 aprile 2013 n. 1906; cfr. pure id., 15 dicembre 2014 n. 6152, sulla legittimità di sottoporre a vincolo archeologico un'intera zona, considerata come complesso archeologico, purché dalla motivazione del relativo atto e dall'attività istruttoria svolta emergano le concrete ragioni che giustificano la valutazione unitaria di tale area). Sfugge, con ogni evidenza, all’appellante, il principio (cfr., di recente, Cons. St., VI, 2 marzo 2015 n. 1000) per cui, quale nozione di comune esperienza, il ritrovamento di resti di insediamenti di epoche passate in una determinata area rende probabile la presenza di altri resti nelle immediate vicinanze. È invero ragionevole e plausibile, sotto il profilo tecnico e scientifico, la scelta della P.A. di vincolare non solo i terreni in cui i reperti archeologici son stati esattamente stati ritrovati, ma pure tutta la zona circostante e che coincida con la presunta area d’estensione dell’insediamento”.

Per continuare nella lettura vai alla sentenza.

 

Testo del Provvedimento (Contenuto Riservato)

 

Se hai già aderito:

Entra

altrimenti per accedere ai servizi puoi:

Abbonarti

oppure

Sostenere la fondazione

 

Ultime Notizie

Unione Europea e Cooperazione Internazionale - Thursday 05 July 2018 14:44:39

Data Protection Officer: requisiti e certificazioni nel nuovo regolamento europeo sulla Privacy

Le caratteristiche necessarie per ricoprire il ruolo di Responsabile della Protezione dei dati

Con l’adozione del GP...

Nota del dott. Massimigliano Mignanelli

Unione Europea e Cooperazione Internazionale - Tuesday 03 July 2018 09:36:50

Cooperazioni Italo-libica nel contrasto al traffico di esseri umani: approvato un decreto-legge che introduce disposizioni urgenti per la cessione a titolo gratuito di unità navali

Il Consiglio dei ministri, su proposta del Presidente Giuseppe Conte, del Ministro degli affari esteri e della cooperazione internazionale Enzo Moa...

segnalazione del comunicato del Consiglio dei Ministri del 2.7.2018

Pubblico Impiego e Responsabilità Amministrativa - Tuesday 03 July 2018 09:31:21

Decreto dignità: approvato dal Consiglio dei Ministri un decreto-legge che introduce misure urgenti per la dignità dei lavoratori e delle imprese

 

Il Consiglio dei ministri, su proposta del Presidente Giuseppe Conte e del Ministro dello sviluppo economico e del lavoro e delle po...

Segnalazione del comunicato del Consiglio dei Ministri del 2.7.2018

Uso del Territorio: Urbanistica, Ambiente e Paesaggio - Monday 02 July 2018 16:41:44

La relazione tra la tutela dell’ambiente e l’istituto del silenzio assenso nell’ultima giurisprudenza amministrativa

Prima di affrontare il tema del presente lavoro, è utile un breve accesso all’ istituto del silenzio assen...

Nota del dott. Maurizio Asprone

Uso del Territorio: Urbanistica, Ambiente e Paesaggio - Monday 02 July 2018 15:31:29

L'espropriazione per pubblica utilità nella giurisprudenza

L'espropriazione per pubblica utilità è un procedimento a carattere ablatorio, attraverso il quale la pubblica amministrazione acquis...

Nota del dott. Massimiliano Mignanelli

Uso del Territorio: Urbanistica, Ambiente e Paesaggio - Monday 25 June 2018 07:03:25

Abusi edilizi: quando è possibile sostituire la demolizione con una sanzione

La Terza Sezione Penale della Corte di Cassazione con sentenza del 21 giugno 2018 ha affermato che “La sanatoria disciplinata dagli articoli...

segnalazione del Prof. Avv. Enrico Michetti dell sentenza della Corte di Cassazione Sez. III Penale del 21.6.2018, n. 28747

Contratti, Servizi Pubblici e Concorrenza - Thursday 21 June 2018 15:16:32

Il divieto del rinnovo tacito dei contratti delle pubbliche amministrazioni e la revisione periodica del prezzo

L’art. 6 della legge 24 dicembre 1993, n. 537 (come sostituito dall'art. 44 della legge 23 dicembre 1994 n. 724 ed il cui comma 2 è st...

segnalazione del Prof. Avv. Enrico Michetti della sentenza del Consiglio di Stato Sez. V del 21 giugno 2018, n. 3812

Contratti, Servizi Pubblici e Concorrenza - Thursday 21 June 2018 15:09:20

Gara d’appalto per l’esternalizzazione del servizio di TPL: non è necessaria la pubblicazione dell’avviso di preinformazione

L’art. 18 del d.lgs. 422 del 19 novembre 1997 dispone che il bando di gara deve garantire “che la disponibilità a qualunque tito...

segnalazione del Prof. Avv. Enrico Michetti della sentenza del Consiglio di Stato Sez. V del 21 giugno 2018, n. 3822

Procedimento Amministrativo e Riforme Istituzionali - Thursday 21 June 2018 15:02:37

Condanna alla spese legali: la sindacabilità in appello

La sindacabilità in appello della condanna alle spese comminata in primo grado, in quanto espressiva della discrezionalità di cui dis...

segnalazione del Prof. Avv. Enrico Michetti della sentenza del Consiglio di Stato Sez. III del 21 giugno 2018, n. 3818

Procedimento Amministrativo e Riforme Istituzionali - Thursday 21 June 2018 14:59:21

La delibera di approvazione del rendiconto: l’impugnazione dei consiglieri comunali per violazione del termine per il deposito della relazione dell’organo di revisione

La vicenda controversa giunta all’attenzione del Consiglio di Stato vede  in il Comune di Francavilla Marittima appellante per ottenere...

segnalazione del Prof. Avv. Enrico Michetti della sentenza del Consiglio di Stato Sez. V del 21 giugno 2018, n. 3814

Top