Wednesday 26 July 2017 09:34:31

Giurisprudenza  Patto di Stabliità, Bilancio e Fiscalità

TARSU alberghiera: è legittima la delibera comunale di approvazione del regolamento e delle relative tariffe in cui gli esercizi alberghieri pagano di più delle civili abitazioni

segnalazione del Prof. Avv. Enrico Michetti dell’ordinanza della Corte di Cassazione Sez. V del 14.7.2017

Il Comune di Palermo ho proposto ricorso in Cassazione lamentando la violazione e falsa applicazione degli articoli 68 e 69 d.lgs. 507/93 in quanto la pretesa impositiva si basava su un Regolamento Tarsu (approvato con delibera del Consiglio Comunale n. 37/97) conforme all'orientamento consolidato della corte secondo cui la previsione regolamentare di una tariffa Tarsu alberghiera, anche di molto superiore a quella applicata alle case di civile abitazione, deve ritenersi del tutto legittima, posto che la maggior capacità produttiva di rifiuti di uno stabile alberghiero, rispetto ad uno di civile abitazione, costituisce dato di comune esperienza (Cass.302/10 ed altre). 

La Quinta Sezione della Corte di Cassazione nell’ordinanza depositata in data 14 luglio 2017 ha ritenuto  questo motivo fondato richiamando in proposito “la giurisprudenza di questa Corte (ord. 913/16 cit., con ulteriori richiami), secondo cui, in tema di TARSU, "è legittima la delibera comunale di approvazione del regolamento e delle relative tariffe in cui la categoria degli esercizi alberghieri venga distinta da quella delle civili abitazioni, ed assoggettata ad una tariffa notevolmente superiore a quella applicabile a queste ultime. Infatti, la maggiore capacità produttiva di un esercizio alberghiero rispetto ad una civile abitazione costituisce un dato di comune esperienza, emergente da un esame comparato dei regolamenti comunali in materia ed assunto quale criterio di classificazione e valutazione quantitativa della tariffa anche dal d.lgs. 5 febbraio 1997, n 22. Senza che assuma alcun rilievo il carattere stagionale dell'attività, il quale può eventualmente dar luogo all'applicazione di speciali riduzioni d'imposta, rimesse alla discrezionalità dell'ente impositore" (Cass.n.4797/14, Cass.n. 8336/15). 

Si tratta di principio già affermato anche in relazione alle tariffe applicate proprio dal Comune di Palermo alle strutture alberghiere; in ordine alle quali si è aggiunto che gli "elementi di riscontro della legittimità della delibera non vanno, d'altronde, riferiti alla differenza tra le tariffe applicate a ciascuna categoria classificata, ma alla relazione tra le tariffe ed i costi del servizio discriminati in base alla loro classificazione economica" (Cass. ord. 11655/09; così Cass. ord.15861/11). Rileva infine, a disattendere quanto affermato sul punto dal giudice di appello, che: "in tema di tassa per lo smaltimento dei rifiuti solidi urbani, non è configurabile alcun obbligo di motivazione della delibera comunale di determinazione della tariffa di cui all'art. 65 del d.lgs. 15 novembre 1993, n. 507, poiché la stessa, al pari di qualsiasi atto amministrativo a contenuto generale o collettivo, si rivolge ad una pluralità indistinta, anche se determinabile 'ex post', di destinatari, occupanti o detentori, attuali o futuri, di locali ed aree tassabili" (Cass. n. 7044/14; così Cass. 22804/06)”.

Per approfondire scarica la sentenza nella quale, peraltro, sono presenti ulteriori principi.

 

 

Testo del Provvedimento (Contenuto Riservato)

 

Se hai già aderito:

Entra

altrimenti per accedere ai servizi puoi:

Abbonarti

oppure

Sostenere la fondazione

 

Ultime Notizie

Uso del Territorio: Urbanistica, Ambiente e Paesaggio - Friday 28 July 2017 13:45:12

Annullamento del permesso di costruire: cosa deve fare il Comune delle opere realizzate in base ad un titolo inizialmente efficace poi annullato

L’art. 38 del T.U. 380/2001 stabilisce che: «In caso di annullamento del permesso di costruire, qualora non sia possibile, in base a mo...

segnalazione del Prof. Avv. Enrico Michetti della sentenza del Consiglio di Stato Sez. VI del 28.7.2017, n. 3795

Uso del Territorio: Urbanistica, Ambiente e Paesaggio - Friday 28 July 2017 13:41:04

Lottizzazione abusiva: come individuare la buona fede o la mala fede dell’acquirente in base all’atto notarile

Nella sentenza del 28 luglio 2017 la Sesta Sezione del Consiglio di Stato afferma che: “La lottizzazione abusiva, per cui è processo,...

segnalazione del Prof. Avv. Enrico Michetti della sentenza del Consiglio di Stato Sez. VI del 28.7.2017, n. 3788

Uso del Territorio: Urbanistica, Ambiente e Paesaggio - Friday 28 July 2017 13:31:00

Abusi edilizi: l’acquisizione gratuita al patrimonio comunale

Per costante giurisprudenza, da ultimo richiamata dalla Sesta Sezione del Consiglio di Stato nella sentenza del 28 luglio 2017, l’acquisizion...

segnalazione del Prof. Avv. Enrico Michetti della sentenza del Consiglio di Stato Sez. VI del 28.7.2017, n. 3795

Contratti, Servizi Pubblici e Concorrenza - Friday 28 July 2017 10:15:14

Contratti pubblici: l’impugnazione degli atti di aggiudicazione delle gare

Ai sensi dell’art. 120, comma 5, del c.p.a. l’impugnazione degli atti di aggiudicazione delle gare finalizzate all’affidamento di...

segnalazione del Prof. Avv. Enrico Michetti della sentenza del Consiglio di Stato Sez. V del 26.7.2017, n. 3679

Pubblico Impiego e Responsabilità Amministrativa - Friday 28 July 2017 10:09:05

Cassa Integrazione Guadagni: la valutazione della sospensione temporanea dal lavoro

L’art. 5 del D.L.C.P.S. n. 869/1947, abrogato dal D.L. 200/2008, ma la cui efficacia è stata ripristinata in sede di conversione dalla...

segnalazione del Prof. Avv. Enrico Michetti della sentenza del Consiglio di Stato Sez. III del 25.7.2017, n. 3676

Uso del Territorio: Urbanistica, Ambiente e Paesaggio - Friday 28 July 2017 10:05:52

Condono edilizio: la formazione del silenzio assenso

Secondo giurisprudenza pacifica il silenzio-assenso ex art. 35 della legge n. 47/1985 si forma soltanto se e in quanto sia stata presentata la docu...

segnalazione del Prof. Avv. Enrico Michetti della sentenza del Consiglio di Stato Sez. IV del 25.7.2017, n. 3670

Procedimento Amministrativo e Riforme Istituzionali - Friday 28 July 2017 09:58:51

Il risarcimento del danno per inosservanza del termine di conclusione del procedimento

Ai sensi dell'art. 2-bis l. 7 agosto 1990 n. 241, le Pubbliche amministrazioni sono tenute al risarcimento del danno ingiusto, cagionato in consegu...

segnalazione del Prof. Avv. Enrico Michetti della sentenza del Consiglio di Stato Sez. VI del 24.7.2017, n. 3662

Contratti, Servizi Pubblici e Concorrenza - Thursday 27 July 2017 15:26:29

Appalti pubblici: il risarcimento del danno dovuto all’impresa danneggiata

Nella sentenza dellala Quinta Sezione del Consiglio di Stato si afferma che la “ricorrente ha trascurato l’”imprescindibile onere...

segnalazione del Prof. Avv. Enrico Michetti della sentenza del Consiglio di Stato Sez. V del 24.7.2017, n. 3650

Contratti, Servizi Pubblici e Concorrenza - Thursday 27 July 2017 15:19:54

Appalti: il concetto di organico dell’impresa

segnalazione del Prof. Avv. Enrico Michetti della sentenza del Consiglio di Stato Sez. V del 24.7.2017, n. 3649

Contratti, Servizi Pubblici e Concorrenza - Thursday 27 July 2017 15:10:23

L’interesse e la legittimazione ad impugnare: la qualità di socio di una società non basta ad individuare in capo al singolo un interesse legittimo distinto da quello proprio della società

segnalazione del Prof. Avv. Enrico Michetti della sentenza del Consiglio di Stato Sez. V del 24.7.2017, n. 3647

Top