Thursday 16 March 2023 15:16:00

Giurisprudenza  Uso del Territorio: Urbanistica, Ambiente e Paesaggio

Annullamento dello strumento urbanistico: il Consiglio di Stato sceglie tra i due orientamenti giurisprudenziali sulle conseguenze in termini di zone bianche e reviviscenza del precedente strumento urbanistico

segnalazione del Prof. Avv. Enrico Michetti della sentenza del Consiglio di Stato Sez. IV del 2.1.2023

 

La questione centrale analizzata dal Consiglio di Stato nella sentenza in esame riguarda lo stabilire quali siano le conseguenze dell’annullamento giurisdizionale dello strumento urbanistico.

Si legge nella sentenza "Deve darsi atto dell’esistenza in giurisprudenza di due orientamenti contrapposti.

Il primo tende a equiparare le conseguenze dell’annullamento in sede giurisdizionale dello strumento urbanistico alle conseguenze dell’intervenuta decadenza di un vincolo preordinato all’esproprio per cui, a seguito di detto annullamento, l’area non riacquista automaticamente la propria antecedente destinazione urbanistica, ma si configura come area non urbanisticamente disciplinata e cioè come c.d. “zona bianca”. L’amministrazione comunale è tenuta ad esercitare la propria discrezionale potestà di conformazione del territorio, attribuendo una congrua destinazione a tali aree, anche prescindendo dall’istanza del privato. L’annullamento del P.r.g., quindi, non comporta automaticamente né la reviviscenza della precedente disciplina urbanistica, né l’applicabilità della destinazione urbanistica delle aree limitrofe ma configura un obbligo di ripianificazione in capo all’amministrazione. L’inerzia in tal senso consente al privato di attivare i rimedi contro il silenzio inadempimento.

Un secondo orientamento afferma, al contrario, quale effetto dell’annullamento giurisdizionale del P.r.g. la reviviscenza del precedente strumento urbanistico.

La mancanza di un orientamento giurisprudenziale uniforme dipende dalla non chiarezza del contenuto dell’art. 9, comma 1, d.P.R. 380/2001, che, disciplinando i casi di “Attività edilizia in assenza di pianificazione urbanistica”, non distingue, quando parla di “comuni sprovvisti di strumenti urbanistici”, tra i casi di mancata adozione dello strumento e quelli di suo annullamento.

Il Collegio ritiene di aderire al primo orientamento che affida al Comune la scelta di quale destinazione dare alle zone che per effetto dell’annullamento sono divenute “bianche”. Va tenuto presente, altresì, che l’annullamento avvenne per difetti formali e non per irragionevolezza evidente delle nuove destinazioni imposte alle aree degli appellanti con il P.r.g. del 1998. Peraltro la sentenza n. 3073/2013 del Consiglio di Stato ha definito il giudizio di ottemperanza promosso dagli appellanti ritenendo che non si potesse ordinare alcunché all’Amministrazione perché la disciplina propria delle zone bianche richiedeva un nuovo esercizio pianificatorio, che è concretamente avvenuto a fronte di un annullamento non di un vincolo puntuale o della destinazione di un’area specifica, ma dell’intero P.r.g.

Va, infine, valorizzato il contenuto della sentenza 3073/2013 che nel giudicare della presunta mancata ottemperanza da parte del Comune ha “evidenziato come la situazione dell’area e la sua destinazione a tutela di aree sensibili in senso ambientale (in quanto comprese nel Parco della Brughiera Briantea e in area soggetta a vincolo idrogeologico) spinge per una valutazione in senso restrittivo delle possibilità edificatorie derivanti dall’annullamento dello strumento urbanistico adottato”.

La discrezionalità amministrativa dell’Amministrazione che non era venuta meno per effetto dell’annullamento delle previsioni urbanistiche del 1998 impedisce di ravvisare nella condotta del Comune la fonte di un danno risarcibile rendendo superfluo l’esame degli ultimi due motivi di ricorso e dell’eccezione di prescrizione sollevata dal Comune.(…)

Per continuare la lettura vai al testo integrale della sentenza.

 

Testo del Provvedimento (Contenuto Riservato)

 

Se hai già aderito:

Entra

altrimenti per accedere ai servizi:    

Sostieni la Fondazione

 

Ultime Notizie

Pubblico Impiego e Responsabilità Amministrativa - Friday 01 March 2024 12:08:35

AREA FUNZIONI LOCALI - Quesito su modalità di fruizione del periodo di congedo matrimoniale

ARAN Agenzia per la Rappresentanza Negoziale delle Pubbliche Amministrazioni

Pubblico Impiego e Responsabilità Amministrativa - Friday 01 March 2024 12:07:30

COMPARTO ISTUZIONE E RICERCA - Quesito su diritto alle ferie e modalità di fruizione delle stesse

ARAN Agenzia per la Rappresentanza Negoziale delle Pubbliche Amministrazioni

Pubblico Impiego e Responsabilità Amministrativa - Monday 12 February 2024 09:52:49

COMPARTO ISTRUZIONE E RICERCA- Quesito su fruizione ferie e assenze per malattia

ARAN Agenzia per la Rappresentanza Negoziale delle Pubbliche Amministrazioni

Pubblico Impiego e Responsabilità Amministrativa - Monday 12 February 2024 09:51:39

COMPARTO SANITA’ 2019-2021 - Quesito su prestazioni di lavoro straordinario in caso di adesione alla “banca delle ore”. Modalità di fruizione del riposo compensativo e/o pagamento delle ore accantonate.

ARAN Agenzia per la Rappresentanza Negoziale delle Pubbliche Amministrazioni

Pubblico Impiego e Responsabilità Amministrativa - Monday 12 February 2024 09:50:24

AREA FUNZIONI LOCALI - Quesito su possibili cause di sospensione delle ferie

ARAN Agenzia per la Rappresentanza Negoziale delle Pubbliche Amministrazioni

Pubblico Impiego e Responsabilità Amministrativa - Monday 12 February 2024 09:48:53

COMPARTO FUNZIONI LOCALI 2019-2021 - Quesito su possibilità, per il personale adibito a turni, di effettuare la propria prestazione in modalità agile, da remoto.

ARAN Agenzia per la Rappresentanza Negoziale delle Pubbliche Amministrazioni

Contratti, Servizi Pubblici e Concorrenza - Friday 26 January 2024 22:15:56

Procedure di affidamento di contratti pubblici: la decorrenza del termine per impugnare degli atti di gara

La Quinta Sezione del Consiglio di Stato con la sentenza depositata in data 26 gennaio 2024 ha affermato che “Del tema della decorrenza del t...

segnalazione del Prof. Avv. Enrico Michetti della sentenza del Consiglio di Stato Sez. V del 26.1.2024, n. 854

Contratti, Servizi Pubblici e Concorrenza - Friday 26 January 2024 22:08:38

Il diritto al sepolcro come ‘diritto al plurale’

 "Lo ius sepulchri, ossia il diritto, spettante al titolare di concessione cimiteriale, ad essere tumulato nel sepolcro, garantisce al concess...

segnalazione del Prof. Avv. Enrico Michetti della sentenza del Consiglio di Stato Sez. V del 26.1.2024, n. 855

Pubblico Impiego e Responsabilità Amministrativa - Wednesday 29 November 2023 11:56:46

COMPARTO FUNZIONI CENTRALI - Quesito su incremento una tantum del Fondo risorse decentrate di cui all’art. 49, comma 6, del CCNL FC del 09/05/2022 ed eventuali limiti.

ARAN Agenzia per la Rappresentanza Negoziale delle Pubbliche Amministrazioni

Pubblico Impiego e Responsabilità Amministrativa - Wednesday 29 November 2023 11:55:35

COMPARTO FUNZIONI LOCALI - Quesito su possibilità di dare seguito a progressioni economiche orizzontali attivate ai sensi del previgente CCNL

ARAN Agenzia per la Rappresentanza Negoziale delle Pubbliche Amministrazioni

Copyright © 2016 Gazzetta Amministrativa | All Rights Reserved | Privacy - Note Legali
Via Giovanni Nicotera, 29 - 00195 - Roma - Contatti
Partita Iva: 14140491003 - Codice Fiscale: 97910230586
Top