Thursday 18 May 2017 11:38:49

Giurisprudenza  Uso del Territorio: Urbanistica, Ambiente e Paesaggio

Abusi edilizi: il decorso del tempo non rileva ai fini della legittimità dell'ordinanza di demolizione

segnalazione del Prof. Avv. Enrico Michetti della sentenza del Consiglio di Stato Sez. VI del 17.5.2017

Il lungo periodo di tempo intercorrente tra la realizzazione dell'opera abusiva ed il provvedimento sanzionatorio è circostanza che non rileva ai fini della legittimità di quest'ultimo, sia in rapporto al preteso affidamento circa la legittimità dell'opera che il protrarsi del comportamento inerte del Comune avrebbe ingenerato nel responsabile dell'abuso edilizio, sia in relazione ad un ipotizzato ulteriore obbligo, per l'Amministrazione procedente, di motivare specificamente il provvedimento in ordine alla sussistenza dell'interesse pubblico attuale a far demolire il manufatto, poiché la lunga durata nel tempo dell'opera priva del necessario titolo edilizio ne rafforza il carattere abusivo. Infatti, è di per sé ordinariamente irrilevante – ad eccezione di casi particolari qui non sussistenti – il tempo intercorrente tra la commissione di un abuso edilizio e l’emanazione del provvedimento di demolizione. Quando risulta realizzato un manufatto abusivo, e malgrado il decorso del tempo, l’amministrazione deve senza indugio emanare l’ordine di demolizione per il solo fatto di aver riscontrato opere abusive: il provvedimento deve intendersi sufficientemente motivato con l'affermazione dell'accertata abusività dell'opera, essendo “in re ipsa” l'interesse pubblico concreto ed attuale alla sua rimozione (cfr. Consiglio di Stato, sez. V, 2 ottobre 2014, n. 4892; sez. V, 11 luglio 2014, n. 3568; sez. IV, 31 agosto 2010, n. 3955). Da un lato, quando è realizzato un abuso edilizio non è radicalmente prospettabile un legittimo affidamento. Dall’altro, il proprietario non si può di certo dolere del ritardo con cui l’amministrazione – a causa del mancato accertamento dell’abuso o per la connivenza degli organi pubblici pro tempore – abbia emanato il provvedimento che la legge impone di emanare immediatamente. La legge non ha mai attribuito rilievo sanante al ritardo con cui l’Amministrazione emana l’atto conseguente alla commissione dell’abuso edilizio, né si può affermare che l’inerzia o la connivenza degli organi pubblici possano comportare una sostanziale sanatoria, che la legge invece disciplina solo in casi tassativi, o con leggi straordinarie sul condono o con la normativa sull’accertamento di conformità. Inoltre, il procedimento di accertamento di conformità delle opere promosso dal ricorrente esclude la sussistenza di alcun affidamento, mentre l’interesse pubblico alla rimozione delle opere abusive è in re ipsa. Costituisce orientamento giurisprudenziale consolidato, da cui non sussistono giustificati motivi per qui discostarsi, che constatata l’esistenza di un abuso edilizio, l’ordine di demolizione – e, in caso d’inottemperanza, l’acquisizione al patrimonio del Comune – è atto vincolato che non richiede alcuna specifica valutazione di ragioni d’interesse pubblico e attuale alla demolizione, né comparazione con gli interessi privati coinvolti, non essendo configurabile alcun affidamento tutelabile alla conservazione di una situazione d’illecito permanente che il tempo non può legittimare in via di fatto (cfr. Cons. Stato, sez. VI, 13 maggio 2016 n. 1948; Id., sez. VI, 5 maggio 2016 n. 1774). Per continuare la lettura vai alla sentenza.

 

Testo del Provvedimento (Contenuto Riservato)

 

Se hai già aderito:

Entra

altrimenti per accedere ai servizi:    

Sostieni la Fondazione

 

Ultime Notizie

Giustizia e Affari Interni - Tuesday 26 March 2019 08:08:18

Diffamazione via internet: la responsabilità dei providers e dei blogger

“La diffusione di internet e quindi con l'aumento esponenziale delle occasioni di connessione e condivisione in rete, si è posto il pr...

segnalazione del Prof. Avv. Enrico Michetti della sentenza della Corte di Cassazione Sez. V del 20.3.2019, n. 12546

Patto di Stabliità, Bilancio e Fiscalità - Monday 25 March 2019 18:56:19

Imposta sugli immobili: l’iscrizione al catasto ai fini dell’assoggettabilità dei fabbricati di nuova costruzione

“In tema di imposta comunale sugli immobili (ICI), ai fini dell'assoggettabilità ad imposta di fabbricati di nuova costruzione, il cri...

segnalazione dell’ordinanza della Corte di Cassazione Sez. II Civile del 22.3.2019, n. 8244

Contratti, Servizi Pubblici e Concorrenza - Monday 25 March 2019 18:42:08

Cassazione: i contratti degli enti pubblici devono essere stipulati, a pena di nullità, in forma scritta

La Seconda Sezione della Suprema Corte ha ribadito che “I contratti degli enti pubblici devono essere stipulati, a pena di nullità, in...

segnalazione dell’ordinanza della Corte di Cassazione Sez. II Civile del 22.3.2019, n. 8244

Incentivi e Sviluppo Economico - Monday 25 March 2019 18:18:27

Cassa integrazione guadagni ordinaria: la sospensione lavorativa non deve essere imputabile al datore di lavoro (il caso dell’impianto antincendio non funzionante)

La vicenda giunta all’attenzione della Terza Sezione del Consiglio di Stato riguarda una società operante nel settore calzaturiero che...

segnalazione del Prof. Avv. Enrico Michetti della sentenza del Consiglio di Stato Sez. III del 21.3.2019, n. 1897

Giustizia e Affari Interni - Monday 25 March 2019 17:45:32

Consiglio di Stato: è esclusa l’impugnabilità di atti regolamentari o provvedimenti amministrativi a carattere generale senza lesione diretta

Il Consiglio di Stato nella sentenza del 25 marzo 2019 ha confermato la consolidata giurisprudenza che esclude l’impugnabilità di atti...

segnalazione del Prof. Avv. Enrico Michetti della sentenza del Consiglio di Stato Sez. III del 25.3.2019, n. 1930

Uso del Territorio: Urbanistica, Ambiente e Paesaggio - Monday 25 March 2019 17:33:28

L’ordine di demolizione è un atto rigidamente vincolato

La Quarta Sezione del Consiglio di Stato nella sentenza del 25.3.2019 ha affermato di condividere e far proprie (ai sensi dell’art. 74 del c....

segnalazione del Prof. Avv. Enrico Michetti della sentenza del Consiglio di Stato Sez. IV del 25.3.2019, n. 1942

Uso del Territorio: Urbanistica, Ambiente e Paesaggio - Monday 25 March 2019 17:25:44

Edilizia: la qualifica di pertinenza per le opere di modesta entità e accessorie

La Quarta Sezione del Consiglio di Stato nella sentenza del 25.3.2019 ha richiamato la giurisprudenza (che il Collegio condivide e fa propria: cfr....

segnalazione del Prof. Avv. Enrico Michetti della sentenza del Consiglio di Stato Sez. IV del 25.3.2019, n. 1943

Uso del Territorio: Urbanistica, Ambiente e Paesaggio - Monday 25 March 2019 17:17:46

Urbanistica: la distinzione tra variante “generale” e quella “particolare”

La Quarta Sezione del Consiglio di Stato nella sentenza depositata in data 25 marzo 2019  ha richiamato la giurisprudenza che si è occu...

segnalazione del Prof. Avv. Enrico Michetti della sentenza del Consiglio di Stato Sez. IV del 25.3.2019, n. 1946

Contratti, Servizi Pubblici e Concorrenza - Monday 25 March 2019 16:44:35

Antimafia: nel procedimento interdittivo la partecipazione può incontrare limiti e deroghe

“il procedimento interdittivo antimafia conosce una attenuazione delle garanzie partecipative per via della intrinseca urgenza, tipica della...

segnalazione del Prof. Avv. Enrico Michetti della sentenza del Consiglio di Stato Sez. III del 25.3.2019, n. 1959

Uso del Territorio: Urbanistica, Ambiente e Paesaggio - Monday 25 March 2019 16:34:14

Sanatoria edilizia: la condonabilità delle opere eseguite su aree sottoposte a vincolo

“Ai sensi dell’articolo 32 della legge n. 47/1985, “il rilascio della concessione o dell’autorizzazione in sanatoria per op...

segnalazione del Prof. Avv. Enrico Michetti della sentenza del Consiglio di Stato Sez. VI del 25.3.2019, n. 1960

Top