Monday 31 December 2012 07:28:32

Giurisprudenza  Giustizia e Affari Interni

Nel caso di nomina dei componenti del CORECOM, gli atti con cui il rapporto di servizio onorario viene costituito hanno natura di provvedimenti amministrativi, pertanto, la giurisdizione sulle controversie circa la decadenza dei membri compete al giudice amministrativo

Consiglio di Stato

Con distinti ricorsi e' stata impugnato davanti al TAR Calabria, sez. di Reggio Calabria la deliberazione del consiglio regionale della Calabria con la quale la ricorrente è stata dichiarata decaduta dalla carica di presidente del CORECOM ed il successivo decreto del Presidente del Consiglio Regionale di nomina dei nuovi membri di tale organo. Il TAR ha declinato la propria giurisdizione sul rilievo che la posizione giuridica soggettiva azionata dalla Presidente Gulisano, benché formalmente indirizzata avverso provvedimenti amministrativi, avesse consistenza di diritto soggettivo, discendente direttamente dalla legge, come risultava confermato dal fatto che la ricorrente aveva dedotto censure di incostituzionalità della legge regionale fonte del provvedimento di decadenza (l.r. 22 gennaio 2001 n. 2, come modificata dalla l.r. 18 luglio 2011, n.27). Più precisamente, il Giudice di primo grado ha individuato l’oggetto di tale diritto in quello “a proseguire l’esercizio delle funzioni pubbliche relative all’ufficio del quale era stata investita”, sorto nell’ambito del “rapporto di servizio onorario”, instauratosi in via straordinaria e temporanea, e dunque al di fuori di un rapporto di impiego dipendente, per effetto dell’atto di preposizione al suddetto organo. Il Consiglio di Stato ha ritenuto la qualificazione corretta, ma non le conseguenze in punto giurisdizione in quanto, tra l'altro, con riguardo al funzionario onorario assume rilievo preponderante proprio il rapporto d’ufficio sorto con l’investitura a capo dell’organo, laddove riveste carattere meramente accessorio il coacervo di diritti e doveri tipici del rapporto di servizio alle dipendenze della pubblica amministrazione, che connota invece lo status del personale da essa dipendente. Questa osservazione conferma, quindi, che gli atti con cui il rapporto di servizio onorario viene costituito hanno natura di provvedimenti amministrativi, donde la sussistenza della generale giurisdizione amministrativa di legittimità ex art. 7 cod. proc. amm. Aggiunge poi il Collegio che l’illegittimità dell’atto amministrativo derivata direttamente dalla legge sostanzia un motivo pacificamente deducibile davanti al giudice amministrativo. Più precisamente non è dubitabile che davanti a quest’ultimo possano essere prospettati, nell’ambito della giurisdizione generale di legittimità, vizi di violazione dei pertinenti precetti costituzionali, fondanti la richiesta di rimessione alla Corte Costituzionale della relativa questione. In altri termini, la conclusione non muta allorché la questione di legittimità dell’atto amministrativo debba essere devoluta al Giudice delle leggi sotto forma il giudizio (comunque conforme ai caratteri della relativa incidentalità) sulla costituzionalità della norma fondante il potere di cui l’atto è espressione (esattamente in termini si è recentemente espressa questa Sezione: sentenza 5 dicembre 2012, n. 6237). Sindacato di costituzionalità che comunque sarà tanto più stretto quanto più la norma è idonea a prosciugare l’ambito decisionale dell’amministrazione (si allude al c.d. scrutinio “stretto” di costituzionalità elaborato con riguardo al fenomeno delle leggi-provvedimento). Ciò in quanto vi è comunque un potere amministrativo, da cui si prospetta derivare la lesione e non già un difetto assoluto di attribuzione, ipotesi di massima patologia dell’atto tale da comportarne la nullità (art. 21-septies l.n. 241/1990), a fronte della quale situazione il privato vanta posizioni di diritto pieno. Il che conferma una regola consolidata, cui puntualmente ha fatto riferimento il patrono di parte appellante all’udienza di discussione, il carattere vincolato di un atto amministrativo non esclude la giurisdizione amministrativa, quante volte tale vincolo è comunque posto a tutela dell’interesse pubblico, come pacificamente deve affermarsi nel caso di specie in ragione di tutto quanto sopra detto. Per completezza, nella citata pronuncia di questa Sezione n. 6237/2012 si è affermata l’opposta regola della spettanza al giudice ordinario delle controversie riguardanti la revoca (per legge) di amministrazioni di società partecipate da enti pubblici, sul rilievo che tali atti, quand’anche di rango normativo, attengono all’esercizio di poteri di natura privata spettanti all’ente partecipante nell’ente societario. Il che a contrario conferma la giurisdizione del giudice amministrativo per quanto concerne la presente controversia, visto che il Corecom è un organo amministrativo.

 

Testo del Provvedimento (Contenuto Riservato)

 

Se hai già aderito:

Entra

altrimenti per accedere ai servizi:    

Sostieni la Fondazione

 

Ultime Notizie

Contratti, Servizi Pubblici e Concorrenza - Thursday 05 September 2019 11:40:30

Contratti pubblici: Obblighi di pubblicazione del testo integrale del contratto

È stato pubblicato il Comunicato del Presidente dell’Anac del 23 luglio 2019 che riporta le indicazioni in ordine all’obbligo di...

Segnalazione del comunicato dell’ANAC del 5.9.2019

Pubblico Impiego e Responsabilità Amministrativa - Thursday 05 September 2019 11:23:15

Tutela del lavoro e risoluzione di crisi aziendali: in Gazzetta Ufficiale il decreto legge

In G.U. n. 207 del 4 settembre 2019 è pubblicato il Decreto-Legge 3 settembre 2019, n. 101 recante “Disposizioni urgenti per la tutela...

segnalazione del decreto legge n. 101/2019 pubblicato sulla Gazzzetta Ufficiale n. 2017 del 4.9.2019

Contratti, Servizi Pubblici e Concorrenza - Monday 29 July 2019 12:53:01

Noleggio con conducente: il potere di vigilanza dei Comuni sui conducenti di taxi

“La disciplina amministrativa del noleggio con conducente trova il suo fondamento nella legge 15 gennaio 1992, n. 21 (“Legge quadro per...

segnalazione del Prof. Avv. Enrico Michetti della sentenza del Consiglio di Stato Sez. II del 29.7.2019, n. 5346

Pubblico Impiego e Responsabilità Amministrativa - Monday 29 July 2019 12:32:19

Luogotenenti e marescialli: la qualifica di luogotenente non è una promozione al grado superiore e può essere concessa solo con il perdurare del rapporto di servizio

Nel giudizio di primo grado il TAR TAR aveva ritenuto che quello di “luogotenente” sia un vero e proprio grado, non già una qual...

segnalazione del Prof. avv. Enrico Michetti della sentenza del Consiglio di Stato Sez. II del 29.7.2019, n. 5349

Contratti, Servizi Pubblici e Concorrenza - Monday 29 July 2019 12:17:49

Codice dei Contratti pubblici: l’impresa associata partecipa alle gare in base ai (e nei limiti dei) propri requisiti di qualificazione ancorché indipendentemente dalla quota di partecipazione

Nel giudizio giunto all'esame della Quinta Sezione del Consiglio di Stato l’appellante censura la sentenza di primo grado nella parte in cui,...

segnalazione del Prof. avv. Enrico Michetti della sentenza del Consiglio di Stato Sez. V del 29.7.2019, n. 5352

Uso del Territorio: Urbanistica, Ambiente e Paesaggio - Monday 29 July 2019 12:06:52

Occupazione di suolo pubblico: non si applicano le norme sulla partecipazione al procedimento ai piani di massima occupabilità

“Ai sensi dell’art. 13 della legge n. 241 del 1990, le norme sulla partecipazione procedimentale non trovano applicazione in relazione...

segnalazione del Prof. avv. Enrico Michetti della sentenza del Consiglio di Stato Sez. V del 29.7.2019, n. 5359

Uso del Territorio: Urbanistica, Ambiente e Paesaggio - Monday 29 July 2019 08:10:45

Le zone bianche e la ritipizzazione di suoli già sottoposti a vincolo espropriativo

Si segnala la sentenza del TAR Puglia, Bari depositata in data 19 luglio 2019 a tenore della quale "la giurisprudenza amministrativa ha afferma...

segnalazione del Prof. avv. Enrico Michetti della sentenza del TAR Puglia Bari Sez. II del 19.7.2019, n. 1053

Contratti, Servizi Pubblici e Concorrenza - Friday 05 July 2019 15:51:29

Regolamentazione dell'attività negoziale degli Enti Locali, fra provvisorietà del quadro normativo ed esigenze di certezza

Il Codice dei Contratti pubblici (D.Lgs. 18 aprile 2016, n. 50) ha, come è noto, disposto che, “Se la stazione appaltante è un...

di Roberto Politi - magistrato amministrativo

Uso del Territorio: Urbanistica, Ambiente e Paesaggio - Thursday 06 June 2019 09:05:54

Titolo edilizio: l’opzione per il rilascio di un provvedimento espresso o tacito e l’impossibilità per il Comune di pronunciare la decadenza

Si segnala la sentenza resa dal TAR Puglia, Sezione Seconda del 20 maggio 2019 a tenore della quale “segnalazione del Prof. Avv. Enrico Michetti della sentenza del TAR Puglia Sez. II del 20.5.2019, n. 725

Contratti, Servizi Pubblici e Concorrenza - Monday 06 May 2019 15:13:59

Contratti pubblici e Trasparenza: aggiornate le FAQ Anac

Sono stati effettuati degli interventi di aggiornamento nelle sotto sezioni Contratti pubblici e Trasparenza della sezione dedicata alle domande fr...

segnalazione del comunicato dell’Anac del 30.4.2019

Top