Sunday 04 November 2018 18:56:48

Giurisprudenza  Giustizia e Affari Interni

Corruzione propria: ai fini dell’integrazione del reato è irrilevante il calcolo complessivo del denaro messo a disposizione del pubblico funzionario

segnalazione del Prof. Avv. Enrico Michetti della sentenza della Corte di Cassazione Penale Sez. VI del 29.10.2018

La vicenda giunta all’attenzione della Sesta Sezione Penale della Corte di Cassazione riguarda il Comandante della Polizia Locale di un Comune condannato in primo e secondo grado per il delitto di cui agli artt. 81, 319 e 321 cod. pen. (corruzione continuata per atti contrari ai doveri d'ufficio), in esso ritenute assorbite, già allo esito del giudizio di primo grado, le concorrenti imputazioni di cui agli artt. 318 e 81, 323 cod. pen.

 In rapida sintesi, il Comandante è stato ritenuto responsabile perché - in veste di pubblico ufficiale e quale Presidente delle commissioni delle gare indette da alcuni Comuni per l'affidamento di appalti nel settore delle procedure sanzionatorie previste dal Codice della Strada - ha omesso dolosamente di rendere edotti i componenti delle commissioni stesse che la legale rappresentante dell'aggiudicataria dell'appalto, risultava gravata da un precedente penale per frode fiscale (art. 2, comma 3 d. Igs. n. 74 del 2000) che pur non comportando l'esclusione automatica dalla gara (art. 38 comma 1, lett. c] e h] del d. Igs. n. 163 del 2006 Codice Appalti) avrebbe quanto meno imposto una valutazione in concreto da parte dei commissari circa la sussistenza dei requisiti soggettivi di ammissibilità, condotte ritenute integrative di atti contrari ai doveri d'ufficio e oggetto del mercimonio illecito. Il legale rappresentante dell’aggiudicataria dell’appalto, invece, è stato ritenuto responsabile perché - in veste di privato corruttore, autore di prelievi di denaro contante, talora previa monetizzazione di assegni bancari intestati a sé medesimo, eseguiti strettamente a ridosso dell'emissione da parte dei predetti Comuni di mandati di pagamento in favore della aggiudicataria, di cui l'imputato è socio al 95% e amministratore di fatto, prelievi a loro volta seguiti, previe intese telefoniche con il Comandante, da incontri a casa con quest’ultimo o presso una sala giochi. La Corte territoriale ha condiviso ampiamente le valutazioni del Tribunale, riportando in sentenza ampi stralci delle numerose deposizioni testimoniali acquisite, estratti del vasto compendio di conversazioni intercettate, valorizzando le acquisizioni probatorie documentali ai fini della dimostrazione dell'avvenuta effettuazione di prelievi di denaro contante per la costituzione delle provviste corruttive. 

La Corte Cassazione Penale Sez. VI del 29.10.2018 (Presidente: PETITTI Relatore: VILLONI Data Udienza: 11/09/2018)ha rigettato i ricorsi e, per quanto qui d’interesse, ha ritenuto infondata la doglianza afferente l’imprecisa enunciazione dei fatti cointestati, a causa dell'approssimativa indicazione del tempo, del luogo e dell'esatto ammontare delle somme presuntivamente consegnate.

Ad avviso della Suprema Corte la sentenza impugnata ha dato debito conto sia dell'ammontare di alcuni prelievi di denaro contante in vista della successiva consegna sia delle relative date di esecuzione, così che risulta di fatto irrilevante il calcolo complessivo delle provviste di denaro messe a disposizione del pubblico funzionario, atteso che quel che rileva ai fini dell'integrazione del reato di corruzione propria (art. 319 cod. pen.) è la prova dell'esistenza della offerta, della dazione o della ricezione di indebite utilità in rapporto sinallagmatico con la violazione di doveri funzionali da parte del beneficiario, laddove l'ammontare complessivo delle utilità, il luogo e la data di dazione o messa a disposizione valgono unicamente a definire con maggiore o minore dettaglio i termini di fatto della vicenda, non risultando però decisivi ai fini del perfezionamento del reato. Per approfondire scarica la sentenza.

Per continuare nella lettura vai alla sentenza.

 

 

Testo del Provvedimento (Contenuto Riservato)

 

Se hai già aderito:

Entra

altrimenti per accedere ai servizi:    

Sostieni la Fondazione

 

Ultime Notizie

Giustizia e Affari Interni - Thursday 10 January 2019 10:50:42

Diffamazione a mezzo stampa: l’esimente del diritto di critica

Secondo la consolidata giurisprudenza della Corte di Cassazione da ultimo ribadita nella sentenza depositata in data 2 gennaio 2019 (Presidente Pal...

segnalazione del Prof. Avv. Enrico Michetti della sentenza della Corte di Cassazione Penale Sez. V del 2.1.2019, n. 60

Patto di Stabliità, Bilancio e Fiscalità - Tuesday 08 January 2019 09:35:45

Diritti di rogito dei segretari comunali: le somme destinate al pagamento dell’emolumento sono al lordo

Con riferimento ai diritti di rogito spettanti ai segretari comunali, ai sensi dell’articolo 10, comma 2bis, del D.L. 90/2014, e in particola...

segnalazione della delibera della Corte dei Conti Sezione Controllo Regione Lombardia del 20.12.2018, n. 366

Uso del Territorio: Urbanistica, Ambiente e Paesaggio - Tuesday 08 January 2019 09:24:17

Procedure di gara: il soccorso istruttorio

Il Consiglio di Stato con la sentenza depositata in data 4 gennaio 2’19 ha richiamato i principi enunciati dalla pronuncia dell’Adunanz...

segnalazione del Prof. Avv. Enrico Michetti della sentenza del Consiglio di Stato Sez. III del 4.1.2019, n. 96

Uso del Territorio: Urbanistica, Ambiente e Paesaggio - Tuesday 08 January 2019 08:43:17

Gare: sí allo scostamento dai valori del costo del lavoro delle tabelle ministeriali se puntualmente giustificato

La costante giurisprudenza del Consiglio di Stato rammenta che i valori del costo del lavoro risultanti dalle tabelle ministeriali non costituiscon...

segnalazione del Prof. Avv. Enrico Michetti della sentenza del Consiglio di Stato Sez. III del 4.1.2019, n. 90

Procedimento Amministrativo e Riforme Istituzionali - Tuesday 08 January 2019 08:36:14

Processo amministrativo: la proposizione dei motivi aggiunti

L’art. 104, comma 3, Cod. proc. amm. consente la proposizione di motivi aggiunti in appello “qualora la parte venga a conoscenza di doc...

segnalazione del Prof. Avv. Enrico Michetti della sentenza del Consiglio di Stato Sez. V del 3.1.2019, n. 69

Procedimento Amministrativo e Riforme Istituzionali - Tuesday 08 January 2019 08:16:26

Va annullata in appello la sentenza che ha posto a fondamento della decisione una questione rilevata d’ufficio senza il contraddittorio

Nella vicenda giunta all’attenzione della Quinta Sezione del Consiglio di Stato si controverte, tra l’altro, della legittimità d...

segnalazione del Prof. Avv. Enrico Michetti della sentenza del Consiglio di Stato Sez. V del 2.1.2019, n. 11

Procedimento Amministrativo e Riforme Istituzionali - Tuesday 08 January 2019 08:06:03

Accesso ai documenti del consigliere comunale escluso per le attività istruttorie della Corte dei Conti

“La finalizzazione dell'accesso ai documenti in relazione all'espletamento del mandato costituisce il presupposto legittimante ma anche il li...

segnalazione del Prof. Avv. Enrico Michetti della sentenza del Consiglio di Stato Sez. V del 2.1.2019, n. 12

Contratti, Servizi Pubblici e Concorrenza - Tuesday 08 January 2019 07:57:38

Negli appalti a corpo in cui la somma complessiva offerta copre l’esecuzione di tutte le prestazioni contrattuali l’elenco prezzi analitico é irrilevante

Oggetto della controversia giunta all’attenzione del Consiglio di Stato é una gara da aggiudicare a “corpo”. In siffatta t...

segnalazione del Prof. Avv. Enrico Michetti della sentenza del Consiglio di Stato Sez. V del 2.1.2019, n. 13

Contratti, Servizi Pubblici e Concorrenza - Tuesday 08 January 2019 07:50:38

Appalti: niente automatismo nel riconoscimento del danno curriculare per mancata aggiudicazione

La Quinta Sezione del Consiglio di Stato con la sentenza depositata in data 2 gennaio 2019 ha accolto il motivo di appello con il quale si contesta...

segnalazione del Prof. Avv. Enrico Michetti della sentenza del Consiglio di Stato Sez. V del 2.1.2019, n. 14

Contratti, Servizi Pubblici e Concorrenza - Monday 07 January 2019 22:15:38

Esclusione del concorrente non in regola con il pagamento di imposte o tasse: l’istanza di rottamazione presentata a gara conclusa

Il Tribunale amministrativo regionale ha ritenuto che, in assenza di prova contraria, al momento della notifica della cartella di pagamento (avvenu...

segnalazione del Prof. Avv. Enrico Michetti della sentenza del Consiglio di Stato Sez. V del 2.1.2019, n. 15

Top