Monday 17 September 2018 08:36:37

Giurisprudenza  Uso del Territorio: Urbanistica, Ambiente e Paesaggio

Concessione edilizia ottenuta in base ad una falsa o erronea rappresentazione della realtà: il potere di autotutela del Comune

segnalazione del Prof. Avv. Enrico Michetti della sentenza del Consiglio di Stato Sez. IV del 14.9.2018

La Quarta Sezione del Consiglio di Stato ha confermato la correttezza della statuizione del TAR laddove ha ritenuto che “il provvedimento di annullamento, motivato anche per relationem sulla base dell’istruttoria dell’Ufficio tecnico, non necessitava di una compendiosa motivazione sull’interesse pubblico in quanto adottato a seguito della constatata falsa o erronea prospettazione dei fatti che avevano determinato a suo tempo il rilascio della concessione.

Per costante giurisprudenza (cfr., ex multis, Cons. Stato, sez. IV: 8 gennaio 2013, n. 39; 6 maggio 2014, n. 4300; 14 dicembre 2016, n. 5262), allorquando una concessione edilizia sia stata ottenuta dall’interessato in base ad una falsa o comunque erronea rappresentazione della realtà materiale, è consentito all’Amministrazione di esercitare il proprio potere di autotutela ritirando l’atto stesso, senza necessità di esternare alcuna particolare ragione di pubblico interesse, che, in tale ipotesi, deve ritenersi sussistente in re ipsa. Infatti, l’insegnamento giurisprudenziale prevalente ha individuato dei casi in cui la discrezionalità della P.A. in subiecta materia si azzera, vanificando sia l’interesse del destinatario del provvedimento ampliativo da annullare, sia il tempo trascorso, e ciò si verifica quando il privato istante abbia ottenuto il permesso di costruire inducendo in errore l’Amministrazione attraverso una falsa rappresentazione della realtà (cfr. Cons. Stato, sez. IV, n. 2885 del 14 giugno 2017).

Quanto, infine, all’ultimo profilo di appello con il quale il ricorrente censura l’assenza di un interesse pubblico anche in relazione al fatto che la destinazione della particella era comunque coerente con la realizzazione dell’immobile di cui è causa, va rilevato che non sussiste un obbligo per l’Amministrazione di darne conto, non potendosi ritenere rilevante, contrariamente a quanto affermato, la previsione dell’art. 21 nonies della legge n. 241/1990, in quanto si tratta di una norma inapplicabile ratione temporis, essendo entrata in vigore dopo l’adozione del provvedimento di annullamento della concessione (l’art. 21 nonies è entrato in vigore nel febbraio 2005 mentre il provvedimento di annullamento è stato adottato nell’ottobre 2003).

In ogni caso la norma in esame, anche nell’ultima versione seguente alla novella del 2015, legittima l’esercizio sine die dell’autotutela in presenza di provvedimenti basati su una falsa rappresentazione della realtà o, in alternativa, su dichiarazioni sostitutive o atti di notorietà la cui falsità è stata assodata da un giudicato penale.”

Per continuare nella lettura vai alla sentenza.

 

Testo del Provvedimento (Contenuto Riservato)

 

Se hai già aderito:

Entra

altrimenti per accedere ai servizi puoi:

Abbonarti

oppure

Sostenere la fondazione

 

Ultime Notizie

Uso del Territorio: Urbanistica, Ambiente e Paesaggio - Monday 22 October 2018 14:29:08

Ristrutturazione edilizia: il Consiglio di Stato chiarisce quando va richiesto il permesso di costruire, la SCIA oppure super DIA 

“In termini generali costituiscono interventi di ristrutturazione edilizia quegli interventi rivolti a trasformare gli organismi edilizi medi...

segnalazione del Prof. Avv. Enrico Michetti della sentenza del Consiglio di Stato Sez. VI del 19.10.2018, n. 5984

Contratti, Servizi Pubblici e Concorrenza - Monday 22 October 2018 14:17:18

Procedura di gara: la prevalenza delle previsioni del bando in caso di contrasto rispetto a quelle del disciplinare e del capitolato

Nel giudizio giunto all’esame del Consiglio di Stato l’appellante si duole, tra l’altro, che vi era antinomia tra il bando di gar...

segnalazione del Prof. Avv. Enrico Michetti della sentenza del Consiglio di Stato Sez. III del 18.10.2018, n. 5968

Procedimento Amministrativo e Riforme Istituzionali - Monday 22 October 2018 14:12:05

Affidamento diretto: le controversie rientrano nella giurisdizione del giudice amministrativo 

Il Consiglio di Stato nella sentenza del 19 ottobre 2018 ha affermato che “l’impugnazione dell’atto di affidamento diretto in ass...

segnalazione del Prof. Avv. Enrico Michetti della sentenza del Consiglio di Stato Sez. VI del 19.10.2018, n. 5981

Procedimento Amministrativo e Riforme Istituzionali - Monday 22 October 2018 14:09:04

Esecuzione del giudicato: la c.d. ottemperanza di chiarimenti

La giurisprudenza del Consiglio ha già avuto modo di evidenziare come il ricorso ex art. 112, comma 5, cod. proc. amm. non presenti caratter...

segnalazione del Prof. Avv. Enrico Michetti della sentenza del Consiglio di Stato Sez. VI del 19.10.2018, n. 5978

Procedimento Amministrativo e Riforme Istituzionali - Monday 22 October 2018 13:57:39

Operazioni elettorali: il premio di maggioranza, finalizzato alla governabilità, non comprime in modo eccessivo e irragionevole l’opposto principio di rappresentatività 

È giunta all’esame della Terza Sezione del Consiglio di Stato la sentenza del Tar per la Lombardia che ha respinto il ricorso proposto...

segnalazione del Prof. Avv. Enrico Michetti della sentenza del Consiglio di Stato Sez. III del 18.10.2018, n. 5967

Procedimento Amministrativo e Riforme Istituzionali - Monday 22 October 2018 13:49:14

La motivazione del provvedimento amministrativo: é inammissibile un’integrazione postuma effettuata in sede di giudizio, mediante atti processuali, o comunque scritti difensivi

Costituisce principio consolidato che l’onere di provare la data di realizzazione e la consistenza originaria dell’immobile abusivo spe...

segnalazione del Prof. Avv. Enrico Michetti della sentenza del Consiglio di Stato Sez. VI del 19.10.2018, n. 5984

Pubblico Impiego e Responsabilità Amministrativa - Monday 22 October 2018 13:35:57

Infiltrazione mafiosa: la misura dello scioglimento dell’organo elettivo

La Sezione Terza del Consiglio di Stato nella sentenza del 18 ottobre 2018 ha richiamato i principi elaborati dalla Sezione da ultimo, con la sente...

segnalazione del Prof. Avv. Enrico Michetti della sentenza del Consiglio di Stato Sez. III del 18.10.2018, n. 5970

Procedimento Amministrativo e Riforme Istituzionali - Monday 22 October 2018 13:32:11

Appello: individuazione del momento da cui far decorrere il termine breve  per la proposizione del gravame

Il Consiglio di Stato nella sentenza del 18 ottobre ha affrontato, tra l’altro, la questione della valutazione della tempestività del...

segnalazione del Prof. Avv. Enrico Michetti della sentenza del Consiglio di Stato Sez. III del 18.10.2018, n. 5970

Uso del Territorio: Urbanistica, Ambiente e Paesaggio - Monday 22 October 2018 13:21:16

Demolizione opere abusive: la prova della data di ultimazione dei lavori

“In linea di diritto, l'onere della prova dell'ultimazione entro una certa data di un'opera edilizia abusiva, allo scopo di dimostrare che es...

segnalazione del Prof. Avv. Enrico Michetti della sentenza del Consiglio di Stato Sez. VI del 19.10.2018, n. 5988

Uso del Territorio: Urbanistica, Ambiente e Paesaggio - Monday 22 October 2018 12:59:13

Il rilascio del titolo edilizio in sanatoria: il parere dell’amministrazione preposta alla tutela del vincolo

Questo Consiglio ha chiarito, con giurisprudenza concorde risalente alla sentenza dell’Adunanza Plenaria n. 20 del 1999, che “il rilasc...

segnalazione del Prof. Avv. Enrico Michetti della sentenza del Consiglio di Stato Sez. VI del 19.10.2018, n. 5985

Top