Tuesday 05 December 2017 11:05:08

Giurisprudenza  Contratti, Servizi Pubblici e Concorrenza

Condominio: la partecipazione all’assemblea di un soggetto estraneo ovvero privo di legittimazione non inficia la validità della costituzione dell'assemblea e delle decisioni ivi assunte

segnalazione dell’ordinanza della Corte di Cassazione Sez. II del 30.11.2017

La Seconda Sezione della Corte di Cassazione nell’ordinanza pubblicata in data 30 novembre 2017 ha affermato che “La partecipazione ad un assemblea di condominio di un soggetto estraneo ovvero privo di legittimazione non inficia la validità della costituzione dell'assemblea e delle decisioni ivi assunte soltanto se risulta che tale partecipazione non ha influito né sulla richiesta maggioranza e sul prescritto quorum, né sullo svolgimento della discussione e sull'esito della votazione (Cass. n. 11943/2003).(…)Quanto al resto, va ribadito che le deliberazioni dell'assemblea sono da considerare nulle, per impossibilità dell'oggetto, solo se adottate in violazione dei criteri normativi o regolamentari di ripartizione delle spese e, dunque, in eccesso rispetto alle attribuzioni dell'organo collegiale, seppur limitate alla suddivisione di un determinato affare o di una specifica gestione, non potendo la maggioranza dei partecipanti incidere sulla misura degli obblighi dei singoli condomini fissata per legge o per contratto, ed occorrendo, piuttosto, a tal fine, un accordo unanime, espressione dell'autonomia negoziale (Cass. n. 6128/2017, in motiv.). (…)

Rileva la Corte che, in linea di principio, le delibere dell'assemblea condominiale, ove esprimano una volontà negoziale, devono essere interpretate secondo i canoni ermeneutici stabiliti dagli artt. 1362 e seguenti c.c., privilegiando, innanzitutto, l'elemento letterale, e quindi, nel caso in cui esso si appalesi insufficiente, gli altri criteri interpretativi sussidiari indicati dalla legge, tra cui quelli della valutazione del comportamento delle parti (Cass. n. 11427/2016, in motiv.). (…)

Costituisce, in effetti, principio di diritto del tutto consolidato presso questa Corte quello secondo il quale, con riguardo all'interpretazione del contenuto di una convenzione negoziale adottata dal giudice di merito, l'invocato sindacato di legittimità non può avere ad oggetto la ricostruzione della volontà delle parti (Cass. n. 7927/2017, in motiv.), che appartiene all'ambito dei giudizi di fatto riservati appunto a quel giudice, ma deve appuntarsi esclusivamente sul (mancato) rispetto dei canoni normativi di interpretazione dettati dal legislatore agli artt. 1362 e ss. c.c., e sulla (in) coerenza e (il) logicità della motivazione addotta: l'indagine ermeneutica, è, in fatto, riservata esclusivamente al giudice di merito, e può essere censurata in sede di legittimità solo per inadeguatezza della motivazione o per violazione delle relative regole di interpretazione (Cass. n. 2465/2015, in motiv.). Il sindacato di legittimità può avere, quindi, ad oggetto solamente l'individuazione dei criteri ermeneutici ed il processo logico del quale il giudice di merito si sia avvalso per assolvere i compiti a lui riservati, al fine di verificare se sia incorso in vizi del ragionamento o in errore di diritto (Cass. n. 7927/2017, in nnotiv.). Pertanto, al fine di riscontrare l'esistenza dei denunciati errori di diritto o vizi di ragionamento, occorre che il ricorrente specifichi i canoni in concreto inosservati e il punto in cui il giudice di merito si sia da essi discostato (Cass. n. 7472/2011)”

Per approfondire vai all’ordinanza

 

Testo del Provvedimento (Contenuto Riservato)

 

Se hai già aderito:

Entra

altrimenti per accedere ai servizi puoi:

Abbonarti

oppure

Sostenere la fondazione

 

Ultime Notizie

Uso del Territorio: Urbanistica, Ambiente e Paesaggio - Monday 15 October 2018 08:42:08

Edilizia: serve il  permesso di costruire per le verande realizzate sulla balconata di un appartamento

“Va premesso che, ai sensi dell’art. 10, comma l, lettera c), del testo unico dell’edilizia (d.P.R. n. 380 del 2001), le opere di...

segnalazione del Prof. Avv. Enrico Michetti della sentenza del Consiglio di Stato Sez. VI del 09.10.2018, n. 5801

Uso del Territorio: Urbanistica, Ambiente e Paesaggio - Monday 15 October 2018 08:37:47

Distanze tra costruzioni: la giurisdizione

“la domanda volta alla tutela del diritto di proprietà leso dalle costruzioni realizzate in spregio alle norme sulle distanze tra cost...

segnalazione del Prof. Avv. Enrico Michetti della sentenza del Consiglio di Stato Sez. IV del 10.10.2018, n. 5821

Uso del Territorio: Urbanistica, Ambiente e Paesaggio - Monday 15 October 2018 08:27:16

L’attribuzione del carattere di demanialità comunale ad una via privata

La Quarta Sezione del Consiglio di Stato nella sentenza del 10 ottobre 2018 ha affermato che “è ben noto che per consolidata giurispru...

segnalazione del Prof. Avv. Enrico Michetti della sentenza del Consiglio di Stato Sez. IV del 10.10.2018, n. 5820

Procedimento Amministrativo e Riforme Istituzionali - Monday 15 October 2018 08:20:27

Giudizio di ottemperanza: la contestazione degli atti del commissario

La Quarta Sezione del Consiglio di Stato nella sentenza depositata in data 10 ottobre 2018 ha affermato che “L’art. 114, comma 6, c.p.a...

segnalazione del Prof. Avv. Enrico Michetti della sentenza del Consiglio di Stato Sez. IV del 10.10.2018, n. 5824

Pubblico Impiego e Responsabilità Amministrativa - Monday 15 October 2018 08:09:51

Il riconoscimento della patologia contratta da causa di sevizio

La giurisprudenza amministrativa (Cons. Stato, sez. III, 24 ottobre 2016 n. 4152; sez. IV, 4 maggio 2011 n. 2583) ha affermato che “ a far da...

segnalazione del Prof. Avv. Enrico Michetti della sentenza del Consiglio di Stato Sez. IV del 10.10.2018, n. 5822

Procedimento Amministrativo e Riforme Istituzionali - Monday 15 October 2018 08:06:25

Processo amministrativo: il rinvio indeterminato agli atti di primo grado è una formula di stile inidonea per i motivi di appello

si rileva poi che nella prima parte dell’appello la parte impugnante si è limitata ad enunciare l’intenzione di riproporre &ldqu...

segnalazione del Prof. Avv. Enrico Michetti della sentenza del Consiglio di Stato Sez. IV del 10.10.2018, n. 5820

Uso del Territorio: Urbanistica, Ambiente e Paesaggio - Monday 15 October 2018 07:53:42

Espropriazioni: la giurisdizione sulle controversie concernenti la determinazione e la corresponsione delle indennità

“il Collegio non ritiene di avere giurisdizione sul punto: tale opinamento risulta conforme a quanto affermato da Cass., Sez. Un., 2016 n. 15...

segnalazione del Prof. Avv. Enrico Michetti della sentenza del Consiglio di Stato Sez. IV del 9.10.2018, n. 5812

Procedimento Amministrativo e Riforme Istituzionali - Monday 15 October 2018 07:29:06

Processo amministrativo: in appello le parti diverse dall’appellante possono riproporre domande e le eccezioni con semplice memoria difensiva

Nel processo amministrativo, successivamente all’entrata in vigore del codice (D.lgs. n. 104/2010, ratione temporis applicabile alla fattispe...

segnalazione del Prof. Avv. Enrico Michetti della sentenza del Consiglio di Stato Sez. IV del 9.10.2018, n. 5814

Uso del Territorio: Urbanistica, Ambiente e Paesaggio - Monday 15 October 2018 07:24:27

Inquinamento ambientale: quando la comunicazione di avvio del procedimento volto ad identificare il soggetto responsabile è immediatamente impugnabile

Nella controversia in esame col ricorso di primo grado è stata impugnata la comunicazione di avvio del procedimento volto ad identificare il...

segnalazione del Prof. Avv. Enrico Michetti della sentenza del Consiglio di Stato Sez. IV del 9.10.2018, n. 5814

Giustizia e Affari Interni - Sunday 14 October 2018 22:08:34

Abuso d’ufficio: la prova del dolo intenzionale prescinde dall'accertamento dell'accordo collusivo con la persona che si intende favorire

La Sezione III Penale nella sentenza pubblicata in data 11.10.2018 (Presidente: RAMACCI Relatore: ZUNICA data udienza 20.6.2018) ha affermato che &...

segnalazione del Prof. avv. Enrico Michetti della sentenza della Corte di Cassazione Sez. III Penale del 11.10.2018, n. 46080

Top