Thursday 28 September 2017 07:36:57

Giurisprudenza  Uso del Territorio: Urbanistica, Ambiente e Paesaggio

La cessione di cubatura e l'obbligo di provvedere dell'amministrazione

segnalazione del Prof. Avv. Enrico Michetti della sentenza del Consiglio di Stato Sez. VI del 27.9.2017

L’art. 31 cod. proc. amm. prevede che «decorsi i termini per la conclusione del procedimento amministrativo e negli altri casi previsti dalla legge, chi vi ha interesse può chiedere l’accertamento dell’obbligo dell’amministrazione di provvedere».

Presupposto per la proposizione di questa norma è che sussista un dovere di provvedere che l’amministrazione ha violato.

Nella specie, le parti pubbliche e private hanno stipulato un accordo urbanistico con il quale si è realizzata una cessione di cubatura da un terreno ad un altro terreno. 

In ordine alla natura giuridica del contratto di cessione di cubatura, prima dell’adozione dell’art. 2643, n. 2-bis, introdotto dal d.l. n. 70 del 2011, non applicabile ratione temporis, la dottrina e la giurisprudenza hanno a lungo dibattuto. In particolare, un primo orientamento riteneva che si trattasse di un contratto costitutivo di un diritto reale, che alcuni qualificavano atipico e altri, in ragione del principio del numero chiuso dei diritti reali, come tipico e in particolare riconducibile alla servitù di non edificare. Un secondo orientamento riteneva, invece, «si è in presenza di una fattispecie a formazione progressiva in cui confluiscono, sul piano dei presupposti, dichiarazioni private nel contesto di un procedimento di carattere amministrativo; a determinare il trasferimento di cubatura, tra le parti e nei confronti dei terzi, é esclusivamente il provvedimento concessorio, discrezionale e non vincolato, che, a seguito della rinuncia del cedente, può essere emanato dall'ente pubblico a favore del cessionario, non essendo configurabile tra le parti un contratto traslativo» (Cass. civ., sez. II, 24 settembre 2009, n. 20623).

Qualunque sia la ricostruzione preferibile, è certo che si tratta di un accordo che intercorre tra determinati soggetti, proprietari dei fondi, e l’amministrazione comunale. 

In questo contesto, l’appellante è un terzo estraneo all’accordo e in quanto tale non è legittimato a pretendere l’esecuzione dell’accordo stesso. Ciò anche in quanto la fase esecutiva presuppone un previo accertamento dell’effettivo inadempimento e delle conseguenze, private e pubbliche, che da quell’inadempimento possono derivare. Non è dunque assimilabile, contrariamente a quanto sostenuto all’appellante, la situazione di obblighi che nascono dalla legge che vietano determinati interventi edilizi con previsione della sanzione della demolizione e di obblighi che nascono dall’accordo tra parti, pubbliche e private, che, involgendo più soggetti, presuppongono una verifica delle reciproche eventuali inadempienze e delle conseguenze che ne possono derivare. Né varrebbe rilevare che l’amministrazione si sia autovincolata con l’adozione di un atto di diffida a demolire proprio in quanto la conclusione del procedimento presuppone la sussistenza di tutti i requisiti sopra indicati.

In definitiva, manca un dovere di provvedere, in ragione della fonte e del contenuto degli obblighi, idoneo a costituire il necessario presupposto dell’azione avverso il silenzio inadempimento.

Per maggiori informazioni scrica la sentenza.

 

Testo del Provvedimento (Contenuto Riservato)

 

Se hai già aderito:

Entra

altrimenti per accedere ai servizi puoi:

Abbonarti

oppure

Sostenere la fondazione

 

Ultime Notizie

Unione Europea e Cooperazione Internazionale - Thursday 05 July 2018 14:44:39

Data Protection Officer: requisiti e certificazioni nel nuovo regolamento europeo sulla Privacy

Le caratteristiche necessarie per ricoprire il ruolo di Responsabile della Protezione dei dati

Con l’adozione del GP...

Nota del dott. Massimigliano Mignanelli

Unione Europea e Cooperazione Internazionale - Tuesday 03 July 2018 09:36:50

Cooperazioni Italo-libica nel contrasto al traffico di esseri umani: approvato un decreto-legge che introduce disposizioni urgenti per la cessione a titolo gratuito di unità navali

Il Consiglio dei ministri, su proposta del Presidente Giuseppe Conte, del Ministro degli affari esteri e della cooperazione internazionale Enzo Moa...

segnalazione del comunicato del Consiglio dei Ministri del 2.7.2018

Pubblico Impiego e Responsabilità Amministrativa - Tuesday 03 July 2018 09:31:21

Decreto dignità: approvato dal Consiglio dei Ministri un decreto-legge che introduce misure urgenti per la dignità dei lavoratori e delle imprese

 

Il Consiglio dei ministri, su proposta del Presidente Giuseppe Conte e del Ministro dello sviluppo economico e del lavoro e delle po...

Segnalazione del comunicato del Consiglio dei Ministri del 2.7.2018

Uso del Territorio: Urbanistica, Ambiente e Paesaggio - Monday 02 July 2018 16:41:44

La relazione tra la tutela dell’ambiente e l’istituto del silenzio assenso nell’ultima giurisprudenza amministrativa

Prima di affrontare il tema del presente lavoro, è utile un breve accesso all’ istituto del silenzio assen...

Nota del dott. Maurizio Asprone

Uso del Territorio: Urbanistica, Ambiente e Paesaggio - Monday 02 July 2018 15:31:29

L'espropriazione per pubblica utilità nella giurisprudenza

L'espropriazione per pubblica utilità è un procedimento a carattere ablatorio, attraverso il quale la pubblica amministrazione acquis...

Nota del dott. Massimiliano Mignanelli

Uso del Territorio: Urbanistica, Ambiente e Paesaggio - Monday 25 June 2018 07:03:25

Abusi edilizi: quando è possibile sostituire la demolizione con una sanzione

La Terza Sezione Penale della Corte di Cassazione con sentenza del 21 giugno 2018 ha affermato che “La sanatoria disciplinata dagli articoli...

segnalazione del Prof. Avv. Enrico Michetti dell sentenza della Corte di Cassazione Sez. III Penale del 21.6.2018, n. 28747

Contratti, Servizi Pubblici e Concorrenza - Thursday 21 June 2018 15:16:32

Il divieto del rinnovo tacito dei contratti delle pubbliche amministrazioni e la revisione periodica del prezzo

L’art. 6 della legge 24 dicembre 1993, n. 537 (come sostituito dall'art. 44 della legge 23 dicembre 1994 n. 724 ed il cui comma 2 è st...

segnalazione del Prof. Avv. Enrico Michetti della sentenza del Consiglio di Stato Sez. V del 21 giugno 2018, n. 3812

Contratti, Servizi Pubblici e Concorrenza - Thursday 21 June 2018 15:09:20

Gara d’appalto per l’esternalizzazione del servizio di TPL: non è necessaria la pubblicazione dell’avviso di preinformazione

L’art. 18 del d.lgs. 422 del 19 novembre 1997 dispone che il bando di gara deve garantire “che la disponibilità a qualunque tito...

segnalazione del Prof. Avv. Enrico Michetti della sentenza del Consiglio di Stato Sez. V del 21 giugno 2018, n. 3822

Procedimento Amministrativo e Riforme Istituzionali - Thursday 21 June 2018 15:02:37

Condanna alla spese legali: la sindacabilità in appello

La sindacabilità in appello della condanna alle spese comminata in primo grado, in quanto espressiva della discrezionalità di cui dis...

segnalazione del Prof. Avv. Enrico Michetti della sentenza del Consiglio di Stato Sez. III del 21 giugno 2018, n. 3818

Procedimento Amministrativo e Riforme Istituzionali - Thursday 21 June 2018 14:59:21

La delibera di approvazione del rendiconto: l’impugnazione dei consiglieri comunali per violazione del termine per il deposito della relazione dell’organo di revisione

La vicenda controversa giunta all’attenzione del Consiglio di Stato vede  in il Comune di Francavilla Marittima appellante per ottenere...

segnalazione del Prof. Avv. Enrico Michetti della sentenza del Consiglio di Stato Sez. V del 21 giugno 2018, n. 3814

Top