Friday 01 September 2017 09:10:38

Giurisprudenza  Patto di Stabliità, Bilancio e Fiscalità

TARSU sulle aree adibite a parcheggi

segnalazione del Prof. Avv. Enrico Michetti dell'ordinanza della Corte di Cassazione Sez. V del 26.7.2017

Una società impugnava l'avviso di accertamento notificato dal Comune relativo alla tassa per lo smaltimento dei rifiuti solidi urbani per gli anni dal 2006 al 2010 sostenendo che la tassa non era dovuta in relazione all'area scoperta adibita a parcheggio del centro commerciale utilizzata per la sosta dei clienti e la manovra degli automezzi. La commissione tributaria provinciale rigettava il ricorso.

Proposto appello da parte della contribuente, la commissione tributaria regionale lo accoglieva sul rilievo che non vi era prova alcuna che l'area scoperta di cui si discuteva fosse un'area operativa in via autonoma, essendo essa, invece, un'area accessoria a quella ove la società contribuente esercitava la sua attività di vendita dei prodotti; tale superficie, adibita a parcheggio per i clienti e ad area di manovra per i veicoli che trasportavano le merci, non era tassabile in quanto accessoria ad altra area già oggetto di tassazione.

 Avverso la sentenza della CTR propone ricorso per cassazione il Comune affidato a tre motivi. Resiste la contribuente con controricorso illustrato con memoria. Essi sono fondati. La Corte di legittimità ha già affermato il principio secondo cui, in tema di Tarsu, il D.Lgs. 15 novembre 1993, n. 507, art. 62, comma 1, prevede che l'imposta è dovuta per la disponibilità dell'area produttrice di rifiuti e, dunque, unicamente per il fatto di occupare o detenere locali ed aree scoperte a qualsiasi uso adibiti, ad eccezione di quelle pertinenziali o accessorie ad abitazione, mentre le deroghe indicate dal comma 2 della norma e le riduzioni delle tariffe stabilite dal successivo art. 66 non operano in via automatica in base alla mera sussistenza delle previste situazioni di fatto, dovendo il contribuente dedurre e provare i relativi presupposti ( Cass. n. 18054 del 14/09/2016).

L'art. 62, comma 2, citato, nell'escludere dall'assoggettamento al tributo i locali e le aree che non possono produrre rifiuti - fra l'altro - "per il particolare uso cui sono stabilmente destinati", chiaramente esige che sia provata dal contribuente non solo la stabile destinazione dell'area ad un determinato uso (quale, nel caso di specie, il parcheggio), ma anche la circostanza che tale uso non comporta produzione di rifiuti. Ne deriva che la società contribuente è tenuta a pagare la tassa per i parcheggi in quanto essi sono aree frequentate da persone e quindi produttive di rifiuti in via presuntiva, rimanendo a suo carico l'onere di provare con apposita denuncia ed idonea documentazione la sussistenza dei presupposti per l'esenzione ( Cass. n. 5047 del 13/03/2015 ).

Nel caso in esame la società contribuente ha ritenuto che l'area fosse esente dal pagamento della tassa per il solo fatto che essa costituiva pertinenza di area coperta assoggettata alla tassa stessa e non ha neppure dedotto di aver presentato la denuncia relativa alla sussistenza dei presupposti per l'esenzione. 

Per approfondire scarica la sentenza.

 

Testo del Provvedimento (Contenuto Riservato)

 

Se hai già aderito:

Entra

altrimenti per accedere ai servizi puoi:

Abbonarti

oppure

Sostenere la fondazione

 

Ultime Notizie

Procedimento Amministrativo e Riforme Istituzionali - Thursday 10 May 2018 13:42:17

Il Nuovo Regolamento Ue sulla Protezione dei Dati Personali, gli adempimenti necessari entro il 25 maggio 2018

A decorrere dal 25 maggio 2018 (art. 99) si applica il nuovo Regolamento UE n. 679/2016 – Regolamento generale sulla protezione dei dati pers...

Nota del Dott. Adriano Marini collaboratore della Gazzetta Amministrativa

Pubblico Impiego e Responsabilità Amministrativa - Monday 07 May 2018 15:21:48

Lo scorrimento delle graduatorie concorsuali è ancora un obbligo?

La sentenza del TAR del Lazio del 2.5.2018 ha ribadito che lo scorrimento delle graduatorie concorsuali vigenti è ancora un obbligo per l'am...

Nota dell'Avv. Domenico Tomassetti - della sentenza del TAR Lazio Sez.III del 02.05.2018, n.4770

Giustizia e Affari Interni - Monday 07 May 2018 15:04:46

Nulla la sentenza semplificata senza avviso

Il Consiglio di Stato ha ribadito che, prima dell'adozione di una decisione in forma semplificata, ai sensi dell’art. 60 del cpa, deve p...

Nota dell'Avv. Domenico Tomassetti - della sentenza del Consiglio di Stato Sez.VI del 20.04.2018, n.2405

Pubblico Impiego e Responsabilità Amministrativa - Thursday 03 May 2018 12:52:09

Dirigenti: la giurisdizione in caso di falsità dei documenti che hanno consentito di partecipare al concorso che ha condotto all’assunzione

La sentenza della III Sezione del Consiglio di Stato in s.g. n. 2399/2018 torna a considerare attratta nella giurisdizione del Giudice Amministrati...

Nota dell’Avv. Domenico Tomassetti della. sentenza del Consiglio di Stato Sez. III del 20.4.2018, n. 2399

Pubblico Impiego e Responsabilità Amministrativa - Thursday 03 May 2018 12:40:22

Concorsi pubblici: le linee guida della Funzione pubblica

Con la Direttiva n. 3/2018 il Ministero per la semplificazione la Pubblica Amministrazione ha dato le linee guida per l'indizione e lo svolgimento...

nota dell’Avv. Domenico Tomassetti della Direttiva della Funzione Pubblica n. 8/2018

Contratti, Servizi Pubblici e Concorrenza - Friday 27 April 2018 12:46:45

Consiglio di Stato: il parere sullo schema di Regolamento Anac sulla legittimazione ad agire dinanzi al giudice amministrativo della stessa Anac

Il Consiglio di Stato ha reso il parere sullo schema di Regolamento Anac sulla legittimazione ad agire dinanzi al giudice amministrativo della stes...

Segnalazione del parere del Consiglio di Stato Commissione Speciale del 26.4.2018, n. 1119

Procedimento Amministrativo e Riforme Istituzionali - Friday 13 April 2018 07:35:12

Processo amministrativo: la violazione del limite dimensionale degli scritti difensivi

 “Ai sensi dell’art. 13 ter, comma 5, delle norme di attuazione al Codice del processo amministrativo il limite dimensionale di si...

nota a sentenza del Consiglio di Stato Sez. V del 11.4.2018, n. 2190

Giustizia e Affari Interni - Friday 06 April 2018 11:01:46

La costituzione di parte civile a mezzo del sostituto del procuratore speciale: è possibile nei limiti dettati dalle Sezioni Unite

Le Sezioni Unite della Corte di Cassazione, con la sentenza n. 12213 del 2018, depositata lo scorso 16 marzo 2018 (udienza 21.12.2017), hanno fatto...

nota a sentenza degli Avv. Luca Petrucci e Giulio Vasaturo

Uso del Territorio: Urbanistica, Ambiente e Paesaggio - Thursday 29 March 2018 10:55:59

Il permesso di costruire può essere rilasciato non solo al proprietario dell’immobile

La Quarta Sezione del Consiglio di Stato nella sentenza depositata in data 28 marzo 2013 afferma che “ Come la giurisprudenza amministrativa...

segnalazione del Prof. Avv. Enrico Michetti della sentenza del Consiglio di Stato Sez. IV del 28.3.2018, n. 1949

Procedimento Amministrativo e Riforme Istituzionali - Thursday 29 March 2018 10:51:21

Annullamento in autotutela: il termine di 18 mesi previsto dell’art. 21 nonies della legge n. 241/90

Nella vicenda in esame giunta innanzi alla Quarta Sezione del Consiglio di Stato “Con il primo motivo di appello la società Impegn...

segnalazione del Prof. Avv. Enrico Michetti della sentenza del Consiglio di Stato Sez. IV del 28.3.2018, n. 1956

Top